Vera, l’ex velina di Striscia venuta dalla Siberia e arrivata a… BsNews.it

0

(a.tortelli) Viene dal freddo la biondissima Vera Atyushkina. Nel 2002 è partita dalla Siberia e, due mesi fa, è approdata nella Leonessa (che l’ha colpita molto "per la pulizia”), alla corte di un noto fotografo. Ex modella in patria, ex benzinaia a Celle Ligure, ex barista a Bordighera, la bella Vera (nata il 17 agosto 1982 sotto il segno del Leone) nel 2004 ha deciso di tentare l’avventura della trasmissione televisiva Veline. Un viaggio durato un’estate intera, con tanto di eliminazione, ripescaggio (mentre si trovava in Francia) e vittoria finale in un giorno che per lei non è qualsiasi: il 23 settembre, data di nascita della madre scomparsa quando Vera aveva soltanto 16 anni.

Da allora la modella venuta dal freddo – che questa mattina è stata ospite di BsNews.it – di strada ne ha fatta tanta. Prima il successo con Striscia la notizia, poi la decisione di mettersi a studiare recitazione con Nicoletta Rampini. Senza cercare scorciatoie e senza fidanzamenti con calciatori nel curriculum, Vera ha lavorato come modella e testimonial per diversi brand, tra cui una nota azienda internazionale di make up e un marchio di scarpe che l’ha vista affiancata al comico Checco Zalone. Ha condotto Zelig Lab e a settembre prenderà parte, nei panni della musa, a una nuova trasmissione Rai dedicata alla musica (“Note in libertà / La buona musica non ha confini”). Ma il suo sogno è fare l’attrice.

Nel frattempo, Vera passa le sue serate libere dedicandosi all’uncinetto, una passione che coltiva fin da bambina e che certo la rende “speciale” in un mondo di aspiranti veline il cui sogno è far serata brindando a champagne. Un hobby che ha attirato su di lei anche l’attenzione di una rivista del settore, pronta a cogliere la palla al balzo per svecchiarsi e raggiungere nuovi target. Poi c’è l’altro lavoro, quello dell’imprenditrice, che la vede al fianco di una ragazza italiana (Sara D’Amelio) nel lancio di un originale prodotto, chiamato SalvaSonno, contro russamento ed apnee. Due progetti che testimoniano la sua grande voglia di lavorare. La stessa qualità che ha riconosciuto al primo sguardo nei bresciani. “Gente simpatica, che vuole lavorare”, dice.

Comments

comments

LEAVE A REPLY