Toga, cappello e inni per il Graduation Day degli alunni della Laas Lonati

0
Bsnews whatsapp

Toga e cappello nero (o meglio "tocco") in testa, in perfetto stile american school, per gli alunni della Laas. E’ il Graduation Day della Lonati Ango American School di via Bormioli. Proprio oggi l’istituto ha celebrato l’ultimo giorno di scuola con la cerimonia di consegna dei diplomi agli alunni del corso Transition, che il prossimo anno entreranno nella First Grade dell’istituto. I bimbi hanno superato il primo traguardo scolastico della loro vita con successo e l’hanno fatto mentre in sottofondo suonavano gli inni nazionali di Italia e Usa. Consegna delle pagelle per tutti gli studenti e attestati di idoneità da parte della scuola Canossiane di Brescia anche a tutti gli altri alunni, dal Second Grade in poi.

A consegnare i diplomi la preside dell’istituto, professoressa Beatrice Zanotti, affiancata dalle insegnanti e dalla fondatrice e anima della Laas Donatella Meneghini Lonati. Ad assistere alla cerimonia tanti genitori che, macchine fotografiche e cellulari alla mano, hanno immortalato i loro piccoli diplomandi.

La Laas, scuola internazionale anglo-americana per studenti dai 3 anni di età con metodi e valori di altissima qualità educativa, è nata nel 2013 dalla volontà del gruppo industriale Lonati di offrire una formazione internazionale per bambini italiani e stranieri. All’interno dell’istituto infatti si studia in lingua inglese senza trascurare, tuttavia, l’italiano. Poi, dai quattro anni d’età, i bambini iniziano ad imparare anche alcuni rudimenti di cinese mandarino, per prendere confidenza con quella che, di fatto, è fra le lingue più parlate al mondo. Il tutto in una struttura di 1800 metri quadrati dove trovano posto aule didattiche di ogni genere, dalla motoria alle lingue, passando per la musica e l’arte, novità di quest’ultimo anno scolastico. Un successo che sembra destinato a continuare a crescere.

“Siamo partiti nel 2013 con 18 alunni e nel giro di due anni siamo arrivati a 45, che cresceranno a 65 con la partenza dell’anno scolastico 2015/2016 – ha fatto sapere la preside Zanotti – E’ un’enorme soddisfazione per noi vedere, giorno dopo giorno, i progressi dei nostri alunni, tanto dal punto di vista linguistico che umano. Dopo un solo anno di lingua italiana, un’alunna straniera di 9 anni ieri per la prima volta si è rivolta a noi in italiano, dimostrando una fluidità verbale che ci ha commosso”.

Oltre all’aspetto formativo (basato sul metodo di studio dell’International Baccalaureate, sistema disciplinare certificato su scala internazionale), la Laas in due anni è riuscita a diventare “una grande famiglia dove insegnanti, alunni e genitori collaborano allo stesso obiettivo: imparare divertendosi – ha spiegato la fondatrice Donatella Meneghini Lonati –. Siamo convinti che l’apprendimento sia un viaggio che dura tutta la vita e si inizia da piccoli”. A concludere la giornata di festa il pensiero di un giovanissimo diplomando: “Oggi è un giorno triste, perché è l’ultimo giorno di scuola”. Impossibile trattenere applausi e sorrisi.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI