Sosta selvaggia, la guerra dei vigili: ogni giorno in città 136 multe

0
Bsnews whatsapp

di Elisabetta Bentivoglio – Sono oltre 7mila i veicoli controllati dalla Polizia Locale nei primi quattro mesi del 2015. Controlli relativi alla velocità indirizzati alla prevenzione e a garantire la sicurezza sulle strade. In particolare, dall’inizio dell’anno gli agenti hanno sanzionato 931 persone utilizzando strumenti elettronici, attività che ha marzo ha un nuovo nucleo specializzato composto da sei persone e da un coordinatore responsabile che, oltre a controllare la velocità degli automezzi verifica anche i tempi di riposo e di guida degli autisti di pullman e dei camionisti. Inoltre, la strumentazione di ultima generazione in dotazione consente di monitorare i veicoli mentre sono ancora in movimento, verificando se sono in regola con la revisione, con l’assicurazione oppure se si tratta di mezzi rubati.

“Grazie alla dotazione di strumenti di ultima generazione, gli standard di controllo della Polizia Locale stanno progressivamente crescendo – ha commentato l’assessore alla Sicurezza Valter Muchetti -. Ciò consente, anche a fronte di una diminuzione del personale, di garantire gli stessi servizi di controllo”. Una politica rivolta alla sicurezza stradale in cui la Loggia crede fortemente, tanto da mettere a bilancio per l’anno in corso altri 200mila euro che “serviranno ad incrementare il parco delle apparecchiature per il rilievo delle infrazioni stradali, ma anche di revisionare gli impianti semaforici dotati di telecamera di sicurezza”, ha annunciato il comandante della Polizia Locale di Brescia, Roberto Novelli.

Tralasciando le infrazioni rilevate dalla Locale per divieti di sosta (16.323), rimozioni forzate (1042), interventi per veicoli in sosta negli spazi riservati ai disabili (389), veicoli rimossi negli spazi riservati ai disabili (150) e veicoli in sosta sulle piste ciclabili (34), quelle per eccesso di velocità rilevate con apparecchiatura elettronica in quattro mesi sono state 931.

Resta ancora alta l’attenzione nei confronti dei motociclisti che guidano senza casco (9), degli automobilisti che non mettono la cintura (384) e di quelli che parlano al telefono mentre sono alla guida (598). “Finchè il numero dei trasgressori sarà così alto la Locale continuerà a porre particolare attenzione a questo genere di infrazioni, e non certo per fare cassa, bensì per prevenire e reprimere i comportamenti scorretti e potenzialmente pericolosi – ha sottolineato l’assessore Muchetti – Quando i numeri diminuiranno allora sposteremo le risorse verso altri interventi”.

I controlli vengono eseguiti seguendo una programmazione settimanale, valida tutto il mese, che può essere consultata sul sito del Comune di Brescia alla pagina (http://www.comune.brescia.it/servizi/politichesicurezza/polizialocale/Pagine/controlloVelocita.aspx). 

I principali strumenti utilizzati dagli agenti per il rilievo della velocità sono Velomatic, Telelaser Ultralyte e Telelaser Trucam.

Velomatic è un’apparecchiatura digitale che deve essere assemblata in strada, al di fuori del veicolo di servizio. Lo strumento rileva il passaggio dell’automezzo che ha superato i limiti di velocità e ne invia le immagini a un notebook. Velomatic non può però essere impiegato in caso di cattive condizioni atmosferiche.

Telelaser Ultralyte, invece, rileva la velocità dei veicoli tramite un raggio laser. A differenza del precedente, Telelaser controlla la velocità dei veicoli in avvicinamento alla pattuglia. Una volta rilevata l’infrazione, gli agenti fermano l’automezzo e multano il conducente.

Il risultato della misurazione viene stampato e fornito all’automobilista nel momento della contestazione. La targa del veicolo e il luogo dell’intervento sono compilati manualmente dalla Polizia Locale.

Trucam, come Telelaser, funziona con luce laser ma, a differenza di quest’ultimo, può filmare e fotografare i veicoli in avvicinamento. È in grado, inoltre, di registrare automaticamente le infrazioni dei veicoli in allontanamento.

Targa Sistem, infine, è una telecamera dotata di tecnologia Ocr che consente la lettura della targa dell’automezzo. I dati vengono inviati a un software che si collega alla banca dati del Ministero dei Trasporti e verifica le condizioni del veicolo, controllando se è stato revisionato, se è in regola con l’assicurazione oppure se è stato rubato.

A una distanza di circa 150 metri dalla pattuglia che effettua la rilevazione con Targa Sistem si trova un secondo gruppo di agenti che blocca il veicolo segnalato.

Il sistema consente di risparmiare tempo e di rendere più efficienti le operazioni di controllo. Nel corso di un turno lavorativo, lo strumento riesce a leggere circa 2500/3000 targhe e consente di riscontrare circa 25 violazioni. Targa Sistem è di norma posizionato su strade di notevole scorrimento e alta densità di transito veicolare.

Per quanto riguarda il controllo degli autisti di autobus e camion tenuti al rispetto di determinati tempi di riposo, la Polizia Locale ha installato su un pc portatile “Police Controller”, un software che verifica il lavoro svolto dal conducente e rileva i dati del tachigrafo installato sull’autocarro o sul pullman. Il programma raccoglie inoltre i dati relativi alla velocità dell’automezzo ed è in grado di elaborare una relazione tecnica in caso di incidente stradale. “In due mesi di attività, grazie a questo nuovo software siamo riusciti a controllare 45 mezzi pesanti rilevando 70 infrazioni – ha fatto sapere il commissario aggiunto Zanotti, responsabile del nucleo tecnologico informatico.

Vale la pena stare attenti al contachilometri.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI