Il cuore della nuova Giulia Alfa Romeo è bresciano ed esce dalla Omr di Bonometti

0

C’è un pezzo di Brescia nella nuova “Giulia” Alfa Romeo. Un pezzo sfornato dalla Omr di Marco Bonometti. Ieri la nuova automobile è stata presentata ad Arese e promette di dare un nuovo slancio ad Alfa Romeo. La Omr aveva ottenuto lo scorso anno una maxi commessa da 60-70 milioni di euro l’anno per produrre telaio e componenti per il motore della nuova Giulia, che ha portato l’azienda di Bonometti ha compiere un grosso investimento da “40 milioni di euro – ha raccontato il fondatore e titolare della Omr – necessari per l’acquisto dei nuovi macchinari e dei capannoni”. Telaio e componenti del motore usciranno dagli stabilimenti di Rezzato, Modena e Atessa (Chieti), ma la nuova Giulia non sarà l’unico modello sul quale Fiat-Crysler e Omr lavoreranno in sinergia, in programma ci sono altri sette modelli su cui lavorare. Bonometti vedrà la Giulia solo domani durante l’incontro tra i vertici della Alfa Romeo e i fornitori: “da quello che mi hanno detto è una macchina dalla prestazioni straordinarie”. A sancire il forte legame tra il manager Sergio Marchionee e il numero uno delle Officine Meccaniche Rezzatesi la presenza del primo alla prossima riunione di Aib in programma martedì prossimo all’ex fgiera di via Caprera.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome