Lugana pronto al coast to coast alla conquista dell’America

0
Bsnews whatsapp

Prenderà il via il 29 giugno da San Francisco il primo “coast to coast” USA del Consorzio Lugana DOC. Un vino che, con il suo 70% di export e gli oltre 12 milioni di bottiglie l’anno, è ormai maturo per compiere questo viaggio così importante, in un mercato che è il primo al mondo per consumi.

Tre le tappe in programma: dopo la città del Golden Gate si proseguirà il giorno successivo per Los Angeles – il Peninsula Hotel di Beverly Hills per la precisione – per poi concludere il 2 luglio nella Grande Mela. Protagonisti della trasferta oltreoceano il Presidente, Luca Formentini e il Direttore, Carlo Veronese.

“Gli Stati Uniti sono il mercato singolo in cui stiamo investendo maggiormente nel triennio iniziato nel 2014, ci voliamo almeno due volte l’anno – affermano. Stiamo ottenendo buoni riscontri e conferme del fatto che si tratta di un mercato adatto a soddisfare le aspettative che avevamo intuito.

Il consumatore a cui ci rivolgiamo deve possedere una conoscenza vinicola base in modo da poter accogliere un prodotto non mainstream, per il quale è necessaria una certa curiosità e una propensione alla scelta individuale. Caratteristiche che ci fanno guardare con grandissima attenzione ai “millenials” , la generazione dai 20 ai 35 anni che copre il 21% della popolazione statunitense ma ben il 30% dei consumi totali di vino”. Il Consorzio lavora in particolare perché il Lugana cresca a livello qualitativo e di diffusione nel mondo, oltre all’impegno in prima linea per conservare la bellezza e l’equilibrio ambientale del territorio nel quale nasce (#SaveLugana).

Per questo, la strategia promozionale negli USA è puntare su un pubblico selezionato di stampa e operatori del settore cui far conoscere, attraverso i vini, la denominazione e il territorio di origine.

Ad accompagnare il Consorzio in California ci saranno due grandissimi esperti, Deborah Parker Wong a San Francisco (giornalista e redattore per la rivista The Tasting Panel) e Ian Blackburna Los Angeles (Wine educator e Wine Ambassador per la Napa Valley). A New York invece l’evento si terrà in collaborazione con Eataly.

Durante gli eventi gli ospiti avranno la possibilità di assaggiare in anteprima anche etichette non ancora importate.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI