Lugana pronto al coast to coast alla conquista dell’America

0

Prenderà il via il 29 giugno da San Francisco il primo “coast to coast” USA del Consorzio Lugana DOC. Un vino che, con il suo 70% di export e gli oltre 12 milioni di bottiglie l’anno, è ormai maturo per compiere questo viaggio così importante, in un mercato che è il primo al mondo per consumi.

Tre le tappe in programma: dopo la città del Golden Gate si proseguirà il giorno successivo per Los Angeles – il Peninsula Hotel di Beverly Hills per la precisione – per poi concludere il 2 luglio nella Grande Mela. Protagonisti della trasferta oltreoceano il Presidente, Luca Formentini e il Direttore, Carlo Veronese.

“Gli Stati Uniti sono il mercato singolo in cui stiamo investendo maggiormente nel triennio iniziato nel 2014, ci voliamo almeno due volte l’anno – affermano. Stiamo ottenendo buoni riscontri e conferme del fatto che si tratta di un mercato adatto a soddisfare le aspettative che avevamo intuito.

Il consumatore a cui ci rivolgiamo deve possedere una conoscenza vinicola base in modo da poter accogliere un prodotto non mainstream, per il quale è necessaria una certa curiosità e una propensione alla scelta individuale. Caratteristiche che ci fanno guardare con grandissima attenzione ai “millenials” , la generazione dai 20 ai 35 anni che copre il 21% della popolazione statunitense ma ben il 30% dei consumi totali di vino”. Il Consorzio lavora in particolare perché il Lugana cresca a livello qualitativo e di diffusione nel mondo, oltre all’impegno in prima linea per conservare la bellezza e l’equilibrio ambientale del territorio nel quale nasce (#SaveLugana).

Per questo, la strategia promozionale negli USA è puntare su un pubblico selezionato di stampa e operatori del settore cui far conoscere, attraverso i vini, la denominazione e il territorio di origine.

Ad accompagnare il Consorzio in California ci saranno due grandissimi esperti, Deborah Parker Wong a San Francisco (giornalista e redattore per la rivista The Tasting Panel) e Ian Blackburna Los Angeles (Wine educator e Wine Ambassador per la Napa Valley). A New York invece l’evento si terrà in collaborazione con Eataly.

Durante gli eventi gli ospiti avranno la possibilità di assaggiare in anteprima anche etichette non ancora importate.

Comments

comments

LEAVE A REPLY