I sostenitori del Bigio non si arrendono: parte la raccolta firme per il referendum

0
Il Colosso di Arturo Dazzi giace in un magazzino comunale. Molti lo rivorrebbero in piazza Vittoria
Il Colosso di Arturo Dazzi giace in un magazzino comunale. Molti lo rivorrebbero in piazza Vittoria
Bsnews whatsapp

Gireranno armati di penna in difesa dell’omone più discusso di Brescia. Loro sono quelli dell’Associazione Tricolore, lui è il Bigio, la statua del Dazzi relegata nel magazzino di via Rose di Sotto, in attesa di conoscere il suo destino. La situazione in città è chiara: il sindaco non la vuole in piazza Vittoria, mentre il vicesindaco sì. L’Anpi è pronta a dare battaglia nel caso di un ritorno, voluto invece da anni dall’ex assessore ai Lavori pubblici Mario Labolani (che ne ha promosso il restauro), sostenuto dal consigliere della Lega Nicola Gallizioli e da Viviana Beccalossi, assessore in Regione. “Questa non è una battaglia ideologica: culturale e apartitica, piuttosto, e condivisa da gente di sinistra – dichiara al Corsera il presidente Dario Brambilla -. Non tocca alla politica prendere la decisione sul Bigio: vogliamo che torni sul piedistallo”. Non metterlo significherebbe cancellare il passato,  aggiunge Brambilla, sottolineando che “la soprintendenza è d’accordo con noi”. L’obiettivo è raccogliere 1000 firme entro settembre e poi 10mila per indire il referendum.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI