Prostituzione al Juliette di Cremona: due bresciani in manette per favoreggiamento

0
Bsnews whatsapp

Ci sono anche due bresciani, M.P, classe 1984, e E.S del 1970, tra i sei arrestati dell’inchiesta sulla prostituzione che ha coinvolto il locale notturno Juliette di Cremona. I due dovranno rispondere di favoreggiamento della prostituzione. Al momento si trovano nel carcere di Canton Mombello.

I due, insieme ai due titolari della discoteca, di cui uno è stato anche uno dei fondatori della discoteca Circus di Brescia, e a due carabinieri gestivano la prostituzione all’interno del locale cremonese. Secondo l’accusa i due bresciani erano i procacciatori delle ragazze, quelle che venivano portate nel locale con l’intento di farle prostituire. Per ognuna l’organizzazione guadagnava 400 euro, di cui 120 andavano ai due bresciani.

Le ragazze però, alcune anche bresciane, hanno parlato dando il via alle indagini che hanno portato ai sei arresti degli scorsi giorni. M.P, 30 anni, era già stato condannato per aver lanciato, nel marzo 2006t, una bottiglia molotov contro il Magazzino 47. all’epoca il giovane faceva parte dei giovani di Alleanza nazionale. Successivamente ha militato nelle file di Forza Nuova e lo scorso anno è entrato tra i coordinatori del club Forza Silvio, costola di Forza Italia.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI