Uccisi e fatti a pezzi per un costume da bagno: l’ordine è dell’ex imam di Brescia

0
Bsnews whatsapp

Una coppia di pakistani uccisa perché si è “permessa” di andare al mare e di mettersi in costume da bagno. E’ questa la sconvolgente scoperta uscita dalle intercettazioni su alcune telefonate dell’ex imam di Brescia e Bergamo Hafiz Muhammad Zulkifal. La storia risale al 2011, tra febbraio e maggio.

L’imam confida ad un connazionale di aver affidato l’incarico di punire la coppia ad un uomo a cui ha mostrato la fotografia di marito e moglie al mare, in costume da bagno. Atteggiamento ritenuto inaccettabile, tanto da dover essere punito con un gesto “esemplare”. L’uomo scelto per fare il lavoro sporco farebbe parte di un gruppo di affiliati della zona di Gardone Val Trompia, “Lì ci sono persone affidabili”. Tanto affidabili che, stando alle intercettazioni, avrebbero fatto a pezzi lei per poi sotterrare entrambi a Gardone.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI