Prostituzione lungo le strade della città: la Loggia intensifica i controlli

0
Bsnews whatsapp

Sempre più controlli e sempre meno lucciole in strada. Il sindaco e l’assessore alle Politiche per una città sicura, Valter Muchetti, assieme al comandante della Polizia locale, Roberto Novelli, e al commissario capo, Francesco Natoli, hanno presentato ieri il bilancio dei primi cinque mesi del 2015 dell’attività di controllo e repressione del meretricio sulle strade della città.

I numeri rappresentano davvero un giro di vite nell’attività della Polizia locale: se nel corso di tutto il 2014 i controlli sono stati 212, nei primi cinque mesi del nuovo anno si sono attestati sulla cifra di 257. Alla base c’è una precisa intenzione dell’Amministrazione, quella di ostacolare l’attività delle lucciole; a spiegare il perché è lo stesso sindaco: "Non condivido l’approccio di chi sostiene essere la prostituzione il lavoro più vecchio del mondo, questa attività è preoccupante e lesiva dell’integrità della persona".

I numeri diffusi dal comandante Novelli confermano, oltre all’aumento dei controlli, una diminuzione delle prostitute in attività in strada, tra le 39 e le 44, attive soprattutto tra via Vallecamonica, viale Sant’Eufemia, viale Piave, via Badia, via Santellone e via Milano. Ad una diminuzione dell’attività in strada c’è da registrare però l’aumento dell’attività in appartamento, con i controlli sempre più difficili a causa della discrezione con la quale sempre più le prostitute lavorano e ad un affrancamento dalla criminalità: capita sempre più spesso che le lucciole decidano di agire in autonomia.
(red.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI