Profughi, la Lega organizza un presidio a Gambara per protestare sui nuovi arrivi

0

Si terrà nella giornata di domani, presso la frazione Corvione di Gambara alle ore 17, un presidio organizzato dalla Lega Nord per protestare in merito ai profughi arrivati nei giorni scorsi. Una protesta che fa seguito anche a quella del sindaco di Pontevico di cui Bsnews ha parlato ieri, sui 50 profughi inviati e dei quali il sindaco si dice all’oscuro.  Sul tema sono intervenuti l’ex assessore alla sicurezza del Comune di Gambara e organizzatrice della manifestazione, Eva Lorenzoni e il Segretario provinciale del Carroccio, Paolo Formentini.

 “Abbiamo voluto organizzare questo presidio – spiega Eva Lorenzoni – per dire un secco no alla presenza di clandestini spesati dai contribuenti sul territorio di Gambara. Questa gente, che per la stragrande maggioranza non gode di nessun requisito per il diritto di asilo, viene mantenuta da uno Stato che pare interessato unicamente a soddisfare qualsiasi loro capriccio, dai vestiti nuovi, alle schede telefoniche, passando per la connessione internet gratuita. Di questa situazione a farne le spese sono i cittadini, in particolare coloro che vivono in piccoli centri urbani come il nostro, il tutto mentre cooperative e privati lucrano ricevendo dal Governo soldi che dovrebbero essere spesi per ben altre emergenze.”

 “Vogliamo ribadire una volta in più – prosegue Paolo Formentini – che molti bresciani sono ridotti alla fame, vedi il recente caso drammatico dei coniugi di Nuvolento, una vicenda indicativa che deve far comprendere a chi governa che non è più il tempo di sprecare risorse per la cosiddetta accoglienza dei clandestini. Uno Stato serio prima aiuta la propria gente e poi pensa a coloro che vengono da fuori. Con questo presidio la Lega Nord vuole dimostrare la propria vicinanza alla popolazione di Gambara che, come molte altre comunità del nostro territorio, subisce la prepotenza di un Governo menefreghista e colpevole verso i cittadini che dovrebbe tutelare.”

Comments

comments

LEAVE A REPLY