Profughi, è scontro tra Lega e Sant’Orsola. Tacconi: rinuncino ai soldi del Governo

0

Continua la polemica per la dichiarata disponibilità dell’Ospedale Sant’Orsola di accogliere 40 profughi nei propri spazi. E a gettare benzina sul fuoco è ovviamente il Carroccio, che non ha mancato di prendere posizione sulla questione. “Si toglie l’unico presidio medico in centro storico per i nostri anziani”, ha scritto il consigliere comunale leghista Massimo Tacconi su Facebook sabato, “e si ospitano (a pagamento) pseudo profughi in pieno centro storico, a 100 metri dalla Stazione (zona con problematiche di sicurezza e forte presenza di extracomunitari) Sindaco Del Bono”, ha aggiunto, “dove va a finire la promessa di una riqualifica di questa area si faccia valere con il Prefetto”.

se Del Bono dal prefetto ha ottenuto una risposta chiara, con l’assicurazione che nel capoluogo non arrivranno altri profughi, Fra Fabello – direttore generale dell’Istituto Fatebenefratelli di Brescia – non le ha mandate a dire al Carroccio. Affermando su BresciaOggi: “La polemica sull’utilizzo del Sant’Orsola mi dispiace per due motivi: da una parte si dice che il Sant’Orsola poteva essere utilizzato per altre cose e dall’altra quando abbiamo chiuso l’ospedale nessuno ha però mosso un dito. Ora si protesta perchè entriamo nella coscienza delle persone ospitando chi ha bisogno e forse la coscienza di qualcuno rimprovera qualcosa”.

Ma a Tacconi l’accusa non è andata giù. “Carissimo Fra Fabello”, scrive il consigliere comunale su Facebook, “io non so dove lei fosse nel 2009-2010: (…) forse dimentica le ripetute uscite su i giornali locali da parte mia in difesa di quello che era l’unico presidio ospedaliero del Centro storico. (…) Aggiungo che ci fu anche la difesa per quello che era il suo personale medico, difesa del contratto di lavoro con garanzie pubbliche. (…). I politici della Lega Nord da subito si sono mossi a difesa di una struttura di eccellenza a servizio dei nostri concittadini e non accettiamo critiche da chi forse non voleva, per motivazioni anche legittime, continuare a farlo. Quindi la prego: (…) si documenti. Inoltre”, incalza l’esponente del Carroccio, “mi sento di farle una proposta da cattolico e cristiano quale sono chi ospita un profugo prende € 35 al gg abbia il coraggio di rinunciarvi, non pesando quindi sulle risorse di un paese fortemente provato come il nostro (…) e quei soldi li renda disponibili ai nostri concittadini che oggi non hanno più una casa e che spesso per orgoglio e dignità personale (…) provano vergogna a chiedere alle istituzioni aiuto”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY