Palazzo Martinengo, riaprono i sotterranei: l’archeologia si fonde con la realtà virtuale

0

Da sabato 18 luglio riapre al pubblico il percorso archeologico sotterraneo in Palazzo Martinengo Cesaresco, oggetto dal 1998 di un protocollo d’intesa per la valorizzazione sottoscritto tra Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Provincia di Brescia.

 

Oltre alla suggestione del luogo ci sarà anche un tocco di contemporaneità. Nella sala che fu in origine cantina del palazzo seicentesco, è stato allestito BrixiaLightBox, un’opera multimediale – a cura di  Altair4 Multimedia – che trasporterà il visitatore nel Foro della città antica, ricostruito per la prima volta sulla base di precisi riscontri scientifici, attraverso proiezioni sulla superficie dei muri perimetrali, un’apertura virtuale delle pareti della sala, come in un’ideale scatola magica, ottenendo l’effetto di immersione dello spettatore nella realtà dell’edificio antico e del suo contorno in epoca romana imperiale.

Il progetto è stato realizzato dalla Provincia di Brescia in collaborazione con il Ministero per i Beni, le Attività Culturali ed il Turismo (Soprintendenza Archeologia della Lombardia), e promosso dall’Agenzia per la Coesione Territoriale nell’ambito del programma “Sensi Contemporanei”, da Unesco per International Year of Light 2015 e dalla Società Italiana di Fisica.

Info

Palazzo Martinengo Cesaresco – Via Musei 30 Brescia

Aperto da martedi a domenica, ore 10,00- 18,00, grazie ai volontari del Touring Club Italiano

Ingresso libero

Comments

comments

LEAVE A REPLY