Il sindaco di Ghedi dice no ai profughi. Girelli (Pd): iniziativa demagogica e fuori luogo

0
Bsnews whatsapp

"Trovo l’iniziativa del Sindaco di Ghedi del tutto fuori luogo. É la rappresentazione plastica di dove possa arrivare la facile demagogia su temi tanto complessi e delicati". Questo il commento del consigliere regionale del Pd Gian Antonio Girelli rispetto alla decisione del primo cittadino di Ghedi di scrivere agli operatori alberghieri della sua città, nonché di far affiggere manifesti, invitandoli a non accogliere i profughi. "Non mi sfugge la preoccupazione di tanti amministratori locali nell’affrontare l’accoglienza di profughi sul proprio territorio legata al timore di un’avversione da parte dei cittadini, alla difficoltà di un inserimento adeguato, alla possibile ricaduta finanziaria – spiega Girelli -. Ma queste preoccupazioni devono tradursi nella richiesta in una effettiva concertazione a livello territoriale; in una distribuzione  intelligente per evitare inutili concentrazioni; in un efficace utilizzo delle risorse messe a disposizione dal Governo. Non in un messaggio demagogico teso a raccogliere facile consenso. Più che mai – aggiunge – le comunità, in questo momento di difficoltà socio economica, hanno bisogno di serietà e pacatezza nelle loro rappresentanze istituzionali. Messaggi che sappiano coniugare la condivisione con i principi di solidarietà". 

Per l’esponente del Pd "è del tutto inaccettabile fare confusione fra clandestini, immigrati e profughi, senza distinzione di stato; tendere a sovrapporre la sicurezza al tema immigrazione; generare un conflitto tra la povertà emergente nelle nostre comunità e la disperazione dei profughi; utilizzare argomenti come la tragedia degli esodi umani per bassa speculazione politica; distinguere tra Sindaci autorevoli che dicono No e Sindaci accondiscendenti che dicono Si. Si trovi un modo serio, costruttivo, realistico per affrontare questi temi – conclude – in un quadro di concertazione istituzionale condiviso, che sappia superare appartenenze politiche e che sia una felice sintesi dell’intera realtà bresciana". 

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI