A Ponte di Legno i Campionati europei di pattinaggio artistico a rotelle

0

Si svolgeranno a Ponte di Legno (Brescia), dal 23 agosto al 1 settembre, i prossimi Campionati europei di pattinaggio artistico a rotelle. Sulla pista del Palazzetto dello sport camuno si confronteranno pattinatori delle categorie ‘Cadetti’, ‘Jeunesse’, ‘Junior’ e ‘Senior’. L’evento e’ stato presentato, questa mattina, a Palazzo Pirelli, alla presenza degli assessori Antonio Rossi (Sport e Politiche per i giovani) e Viviana Beccalossi (Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo).

Un grande plauso all’iniziativa e’ arrivato dall’assessore Rossi, che, presentando la squadra di sportivi della Regione (consiglieri Magoni, Toia, Colla e Fanetti), ha definito gli europei "Il modomigliore, non solo per promuovere lo sport e la cultura sportiva, ma anche il turismo nostrano". "Vogliamo far vedere dal vivo ai nostri giovani cos’e’ lo sport di alto livello – ha detto Rossi -. Una disciplina che aiuta a sognare e ad aspirare a arrivare in alto". In quest’ottica di promozione dello sport ‘sano’, Rossi ha anche ricordato il lavoro che la Regione sta facendo con le scuole per promuovere un’alimentazione corretta. "Va bene fare sport – ha aggiunto -, ma bisogna farlo con cervello e, quindi, e’ necessario seguire corretti stili di vita, a partire da un’alimentazione sana".

I Campionati europei fanno parte di un insieme di eventi che Regione Lombardia sta sostenendo anche per promuovere l’Expo. "Abbiamo sempre detto – ha aggiunto l’assessore – che l’Expo non finisce  all’interno del sito, ma si allarga a tutta la Lombardia. E dunque quale occasione migliore di un grande evento come questo per portare gli appassionati dei pattini in Expo e i visitatori di Expo in Val Camonica"?

"Ringrazio la Federazione per aver scelto Ponte di legno – ha detto Beccalossi -, la valle pù bella di Brescia e che può essere vissuta 365 giorni l’anno, come sede dei Campionati europei di pattinaggio". Ricordando i diversi eventi che la Lombardia sta ospitando, Beccalossi ha definito questo periodo una "nuova primavera dello sport e, soprattutto, un’occasione unica per promuovere lo sport come disciplina e forma di educazione". Beccalossi ha ricordato come, oggi, lo sport "continui a essere uno dei pochi strumenti che consente ai giovani di stare insieme, di socializzare non virtualmente". In questa direzione, dunque, per Beccalossi "ogni euro investito nello sport e’ un euro investito per le nuove generazioni". 

Comments

comments

LEAVE A REPLY