Sel voterà a favore della maxi-variante, pur definendola “deludente”

0
Bsnews whatsapp

Dopo una seduta particolarmente frizzante dedicata all’assestamento di bilancio (leggi la notizia), oggi nel Consiglio comunale si parlerà della maxi-variante al Piano di Governo del Territorio (leggi la notizia). Se è scontata l’opposizione che verrà fatta dalle minoranze, critiche alla variante arrivano anche da Sinistra Ecologia e Libertà. Seppure Donatella Albini e Francesca Parmigiani, del gruppo consiliare "Al Lavoro con Brescia", in aula voteranno favorevolmente, Sel ha espresso forti critiche sull’operato della maggioranza.

Le parole di Paolo Bravi Mori, del circolo Sel di Brescia: "La revisione del Pgt vigente avrebbe certamente meritato approfondimenti maggiori e qualche importante correzione di rotta. Abbiamo salutato con piacere il documento con la sua impostazione rispettosa dell´ambiente ma non siamo contenti del risultato. Ci chiediamo perché sia stato assunto ancora come base di previsione un forte aumento degli abitanti di Brescia, una decisione in aperta contraddizione con i dati reali e che giustifica nuove edificazioni. Non sono stati sviluppati un nuovo piano energetico né un piano della mobilità sostenibile. E´ stata individuata una sorta di cintura verde intorno alla città (in buona parte figlia della natura: Maddalena, Sant´Anna…) ma due delle interconnessioni di questa (a Sant´Eufemia e in zona Sud Ovest) sono ostruite da previsioni di nuove costruzioni, in un caso addirittura di un centro commerciale!". 

Prosegue Mori: "La fretta di chiudere ha portato a scelte confuse e incoerenti. Le associazioni ambientaliste hanno chiesto di riaprire il confronto con la città, noi ci associamo con convinzione a questa richiesta perché la maggioranza in carica possa licenziare un Pgt che davvero sviluppi le indicazioni/ispirazioni del documento di scoping e delle linee guida".
(red.) 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI