Nel cantiere cittadino della Tav ritrovata una bomba inesplosa da 113 kg

0

Sganciata da un caccia inglese durante la Seconda Guerra Mondiale, riposa nel terreno cittadino tra via Orzinuovi e la Piccola Velocità. Pesa ben 113 chilogrammi la bomba ritrovata a inizio giugno durante i lavori nel cantiere per la Tav.

L’ordigno è tenuto sotto stretta osservazione da parte del Decimo Genio guastatori di stanza a Cremona. Fretta di far brillare la bomba non ce n’è, ma ieri si è tenuto un vertice in Prefettura per decidere il da farsi. Stabilito che l’ordigno non può essere spostato, c’è solo da decidere quando farlo brillare: la volontà degli artificieri è quella, se possibile, di evitare l’evacuazione dei cittadini residenti in zona. Nel caso ciò non fosse possibile, l’area ipotizzabile per l’evacuazione è di circa 800 metri di raggio, e raggiungerebbe dunque i quartieri Don Bosco, Primo Maggio e Chiesanuova. Se ne saprà qualcosa di più il 4 agosto, dopo il nuovo incontro fissato in Prefettura.
(red.)

Comments

comments

LEAVE A REPLY