Il padre di Ema: riapriamo il Cocoricò ma facciamo informazione in pista

0
Bsnews whatsapp

“Riapriamo il Cocoricò, creiamo dei momenti durante la nottata in cui per 20 minuti si spegne la musica e qualcuno ricorda ai ragazzi i rischi dello sballo”. La proposta arriva dal padre di Emanuele Ghidini, il 16enne morto nel 2013 dopo essersi gettato nelle acque del fiume Chiese in seguito ad una serata di sballo con droghe chimiche a casa di amici, ed è indirizzata al questore di Rimini che ha ordinato la chiusura della discoteca Cocoricò dopo l’ennesima retata della Polizia in cui sono state trovate pastiglie e ogni altro genere di droga.

Ghidini crede che non si tratti di un problema di discoteca: “mio figlio” si è sballato “in una casa privata”, scrive nella lettera pubblicata integralmente sulla pagina Facebook Pesciolino rosso creata dopo la morte del figlio -. Il problema dei giovani non è tanto la discoteca, ma le tematiche complesse che li stanno portando a cercare lo sballo come unica modalità di divertimento”.

Quello che vorrebbe il padre di Emanuele è entrare in discoteca, spegnere la musica per 20 minuti e avere la possibilità di parlare ai ragazzi: “Mi rendo disponibile ogni sera a parlare con i ragazzi – propone Ghidini -. Facciamo questa prova, potremmo avere testimonianze "forti" di giovani e adulti che mi affiancherebbero in questa missione”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. mi rendo conto che a parlare è il dolore per la perdita del figlio, ma davvero entrare in disco, specie in certe disco, non risolverà il problema dello sballo tra i giovanissimi. lo renderà ancora più affascinante per loro: vivrò o morirò? quello che sopravvive è quello figo, il resto solo selezione della specie

  2. Io ho presenziato ad una cena organizzata per pesciolino rosso e vi posso dire che il momento del papà ricordando la sua vita con suo figlio il rapporto che ha avuto e la sua testimonianza sono stati non solo molto toccanti ma anche molto costruttivi e io penso che abbia ragione di cercare di portare a conoscenza quello che ti può succedere sei. Vuoi sballare e solo un discorso educativo forza papa pesciolino rosso le parole combattono più di ogni altra cosa grande

  3. Mi chiedo xché nn si aprano le discoteche alle 21,30 e nn le si chiuda all'una max….forse in qsto modo i ragazzi nn arriverebbero già bevuti in disco e sarebbero più presenti di testa. X divertirsi bisogna proprio stare svegli fino al mattino ? Altra cosa : abbassare il volume della musica…anche qsto è fuori moda ? Sembra proprio che si voglia fare una selezione della ns gioventù …chi non si ubriaca, chi nn si droga, chi fa una vita abbastanza normale, chi impara a leggere a scrivere a far di conto e riesce ad alzarsi al mattino con senso del dovere …ok…gli altri…amen !!! Che tristezza !!!!

  4. Se uno vuole stare in discoteca fino all’alba, deve essere libero di farlo. Ma se la persona in questione è minorenne, il bravo genitore va a prenderlo ad un’ora consona e lo riporta a casa.

RISPONDI