Truffe e furti nel periodo estivo, alcuni consigli per non cascarci

0
Bsnews whatsapp

La Polizia Locale sta incontrando periodicamente gli anziani nei centri di aggregazione e nei mercati rionali distribuendo piccoli vademecum illustrativi e il nucleo che si occupa di sicurezza urbana e educazione della legalità si è recato nei giorni scorsi in alcune località di villeggiatura frequentate dagli anziani bresciani (Loano e Cesenatico) per spiegare come ci si può difendere dai tentativi di truffa. La Polizia Locale ha inoltre potenziato il pattugliamento serale e notturno dei quartieri, soprattutto quelli periferici, particolarmente esposti ai furti in questo periodo dell’anno. Ormai da diversi anni è attivo lo sportello di assistenza alle vittime di violenza al quale ci si può rivolgere per ottenere un rimborso o un supporto psicologico in caso di furti, danneggiamenti, rapine, estorsioni e truffa avvenuti nel territorio del Comune (ulteriori informazioni sul sito del Comune di Brescia)

 Il servizio, gestito da volontari, è sospeso dal 10 al 31 agosto. Tuttavia, poiché la richiesta di rimborso o di sostegno psicologico deve essere fatta entro 45 giorni dall’episodio, il calcolo non terrà naturalmente conto dei giorni di chiusura e ci si potrà rivolgere allo sportello a partire dal 1 settembre, dopo aver denunciato il fatto al comando di via Donegani 12.

La Polizia Locale di Brescia ricorda alcuni accorgimenti di base per prevenire ed evitare le truffe: assicurarsi di avere sempre la porta d’ingresso ben chiusa così come il portone di accesso al palazzo; non aprire se non si sa esattamente chi ha suonato il campanello e, se involontariamente si è fatto accedere uno sconosciuto, mantenere la calma e invitarlo a uscire in maniera decisa dirigendosi verso la porta e attirando l’attenzione dei vicini; non informare nessuno del tipo di apparecchiature di cui si è dotati né dell’eventuale presenza di casseforti; se possibile farsi installare un portoncino blindato; se si smarriscono le chiavi cambiare subito la serratura; lasciare una copia delle chiavi solo a persone assolutamente fidate e conosciute;non applicare mai una targhetta con il nome e l’indirizzo sul portachiavi;scrivere solo il cognome sia sul citofono sia sulla cassetta della posta per non dare indicazione del preciso numero degli inquilini;non mandare i bambini ad aprire la porta;    se si abita in una casa isolata è buona cosa avere un cane;mantenere, per quanto possibile, un buon rapporto con i vicini, lasciando loro eventuali recapiti telefonici per emergenze;non mettere al corrente troppe persone dei propri spostamenti;in caso di assenza prolungata incaricare qualcuno di controllare periodicamente l’abitazione;se si abita da soli non farlo sapere a chiunque.

Inoltre se ci si assenta per un periodo medio-lungo incaricare qualcuno di prelevare la posta dalla cassetta;nei casi di breve assenza lasciare accesa una luce, la radio o la televisione;nella segreteria telefonica inserire il messaggio "In questo momento non possiamo rispondere",non memorizzare messaggi del tipo "siamo assenti dal..al..", né segnalarlo tramite Facebook o altri social network;non lasciare mai la chiave sotto lo zerbino; non lasciare mai somme di denaro in cassetti della biancheria o portaoggetti;se si hanno oggetti di valore è bene fotografarli e tenere una scheda aggiornata degli averi mobili;nel caso in cui la serratura sia stata manomessa chiamare immediatamente il 112 o la centrale operativa della Polizia Locale allo 03045001;fare attenzione che sulla porta d’ingresso non siano stati disegnati simboli strani con un punteruolo o altro, potrebbe essere il preludio a un furto;     se si ricevono costantemente telefonate anonime o mute avvisare le forze di Polizia;se qualcuno dovesse suonare alla porta e spacciarsi per addetto del gas, del telefono, della luce o di altri servizi è opportuno farsi dire l’esatto recapito della società e chiamare per una conferma prima di aprire;      se sussistono altri dubbi avvisare la centrale operativa della Polizia Locale allo 03045001;se viene proposto un contratto è opportuno farlo visionare sempre a un’altra persona fidata per un doppio controllo prima di firmarlo; assicurarsi sempre che chi entra in casa per proporre contratti o acquisti abbia ben visibile un tesserino identificativo; se si ha l’impressione di essere seguiti dirigersi verso un posto di Polizia, fermare un agente, entrare in un bar frequentato o chiede aiuto ai passanti;tenere sempre il cellulare a portata di mano per le chiamate urgenti;sul bus tenere sempre la borsa sott’occhio;se si viene fermati con la scusa di essere responsabili della rottura dello specchietto retrovisore di un altro veicolo non firmare nulla né dare denaro ma chiamare la centrale della Polizia Locale.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI