Ubriaco, prima si rifiuta di pagare e poi deruba il barista: arrestato

7

Prima si è rifiutato di pagarlo e poi lo ha derubato. E’ successo ieri sera e la vittima è il gestore di un bar in via XX Settembre. Un cittadino tunisino di 36 anni, ubriaco, ha preteso di non pagare il conto e quando il barista lo ha invitato ad allontanarsi, considerate le sue condizioni, ha deciso di derubarlo dei 400 euro che aveva in cassa. Il barista ha chiamato la polizia e non è stato difficile rintracciare l’uomo visto che stava di nuovo tornando al bar, per minacciare il barista con una bottiglia. Il tunisino era già stato arrestato per un paio di rapine commesse nei mesi passati e ora si trova a Canton Mombello. Per lui anche la denuncia di possesso ingiustificato di armi o oggetti atti ad offendere. Raggiunto dagli agenti infatti l’uomo li ha minacciati con un teser ed un apribottiglie. 

Caso simile anche in viale Piave: un 29enne di Gavardo (BS) si è rifiutato di pagare il conto e all’arrivo degli agenti ha reagito con violenza.  Anche lui è stato indagato anche per possesso ingiustificato di armi o oggetti atti ad offendere per via del coltello a serramanico che aveva addosso.

Comments

comments

7 COMMENTS

  1. Come mai il tunisino aveva un taser? Non è classsificata come arma? Come mai la Polizia non ne è dotatata? Come mai i detentori di regolare porto d’armi non possono acquistarlo/detenerl o/portarlo legalmente? Perché il tunisino (musulmano?) contravvenendo alle regole delle sua religione ha bevuto alcool? La prima volta sono previste 40 frustate..in aumento fino alla quarta volta…poi c’è la pena di morte. Ridiamolo ad una Moschea.

  2. di gavardo o tunisini, è mai possibile che uno non sia tranquillo in casa propria ? … qualche mese a cavare il marmo di botticino con solo un cucchiao sarebbe rieducativo per questi due personaggi …

  3. Rimanere in Italia comporta il rispetto della Nazione che li accoglie e il rispetto delle leggi che vi vigono.in mancanza di entrambe c'è solo la soluzione dell'espulsione immediata verso i paesi d'origine.

LEAVE A REPLY