Nuvolento, in tanti a dire addio a Frank e Vanna

0

Erano davvero in tanti, nella chiesa di Santa Maria della Neve di Nuvolento, a dare il saluto a Frank e Anna, uccisi lo scorso martedì mattina, 11 agosto, da 4 colpi di fucile all’interno del proprio negozio di via Valsaviore. A celebrare la funzione il parroco don Rino Maffezzoni che ha invitato a "non cedere alla rassegnazione causata dal male" e auspicando che "La speranza è che chi si è macchiato di questo orrendo crimine possa ammettere e chiedere perdono». I coniugi Seramondi sono stati poi sepolti nel cimitero di Nuvolento, il paese d’origine. Alla cerimonia hanno partecipato anche il vicesindaco di Brescia Laura Castelletti e altri sindaci della zona.

Commossi e pieni di parole di dolore Giovanni, fratello di Frank, che ha lanciato un appello ai sicari perché si costituiscano, aggiungendo, come scrive il Corsera, che tuttora la famiglia ha paura "ma dobbiamo andare avanti, altrimenti non si vive più" e il figlio Marco, che tra gli applausi commossi dei presenti, ha uralto "Non sono morti invano".

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Sembra che all’origine del duplice omicidio ci siano stati interessi contrastanti fra imprenditori concorrenti. Nulla a che vedere, dunque, con le baggianate su spaccio, degrado della zona e altre scempiaggini agitate dai soliti sciacalli.

  2. Ora che il caso è stato risolto in pochi giorni, immagino che tutti i leghisti, fascistoni e mal-destri assortiti che hanno abbaiato contro il sindaco, secondo loro responsabile della mancanza di “sicurezza”, si sbrighino a chiedere scusa e complimentarsi con lui. Se prima era colpa sua, ora sarà merito suo, o no? Ah, già che ci siamo, a fronte del brillante successo, approfittiamone anche per piantarla con i piagnistei sulle Forze dell’Ordine prive di mezzi e impossibilitate a lavorare, vero Beccalossi?

  3. Beh, o bevuto? brave le forze dell’ordine, ma il tentenna, lasciamolo perdere. Dove sono i vigili in città’ Io li ho visti solo in piazza loggia o negli uffici.

LEAVE A REPLY