Profughi: mentre Collio insorge, l’esempio di Malegno arriva su Le Monde

0

(a.marsigalia) La micro accoglienza funziona, almeno a Malegno, dove la stanno testando dal 2011. La storia di come un comune di 2000 anime sia riuscito a integrare i suoi rifugiati è finita su Le Monde e viene raccontata dal giornalista francese Salvatore Aloise. Nell’articolo, ripreso anche da l’Internazionale, parla Carlo Cominelli, dell’associazione K-Pax che racconta di come, dal 2011, alcuni comuni della Valle si siano coordinati per accogliere a piccoli gruppi i richiedenti asilo. Racconta di come, in quella che fu la prima emergenza, 100 profughi furono mandati in un albergo di montagna e l’esperimento fu disastroso: così si decise per la redistribuzione in piccoli gruppi.

A Malegno, il comune ha preso in affitto due appartamenti e lì sono ospitati gli 8 migranti. Quindi, spiega Cominelli al giornalista francese, i 35 euro alla fine restano in comunità: l’affitto è pagato con quelli a qualcuno in loco, così come il vitto.

Il "caso Malegno" è stato anche raccontato dal suo stesso sindaco, Paolo Erba, nel libro "La Valle accogliente" dove si parla di un modello da importare e da diffondere. Il sindaco, vicino al Pd, racconta di come, dopo la diffidenza iniziale, si sia creato anche lavoro dall’arrivo dei rifugiati: Fiorella ed Enrica, ad esempio, hanno iniziato a insegnare italiano. E gli ospiti? Sono tranquilli, si sentono accolti e tutti li conoscono. Stanno aspettando i documenti e appena l’iter burocratico sarà concluso dovranno cavarsela da soli, ma avranno imparato (e dato anche) qualcosa della comunità che li ha accolti e si sentiranno forse parte di quel qualcosa. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. GRAZIE, DI RICORDARE COME MOLTI DI NOI LA PENSANO, COME L’ITALIA NON SIA UN POPOLO DI RAZZISTI E COME LE COSE POSSANO ANDARE PER IL VERSO GIUSTO

  2. e poi dicono che noi nella valcamonica siamo chiusi: no, siamo pratici. invece di abbaiare troviamo soluzioni. ben fatto

  3. Finalmente un esempio di qualcosa che funziona e che anche all’estero ammirano: occorre utilizzare la forza della comunità.

  4. A Collio bisogna andare per far fronte agli squadristi fascisti: ieri hanno lanciato sassi e uova contro i migranti, hanno rotto vetri, minacciato i proprietari della struttura ospitante. Non c’entrano nulla gli abitanti, quelli sono pacifici. Sono i fascisti da fuori che vogliono cavalcare le paure. Galera per gli squadristi o antifascismo militante !!

  5. Ahhhhh ahhhhhh ahhhhh utente “antifascismo” vai a Collio a parlare con i cittadini e vedrai come sono accoglienti con i clandestini e con quelli come te. ..Auguri e cambia fornitore. …

  6. Chissà come dovranno comportarsi i sudditi britannici quando si sono visti arrivare 57000 italiani in cerca di fortuna, il 50% in più dello scorso hanno. Forse ad accoglierli ci saranno stati i soliti squadristi di estrema destra pronti a difendere i patrii confini!!!

  7. “L’Europa finora “ha fatto poco per aiutare Italia e Grecia, i Paesi in cui approdano molti dei rifugiati” che fuggono dalle guerre in Medio Oriente. La critica arriva dal New York Times, che sottolinea il “fallimento” della Ue nel mettere a punto un sistema condiviso di quote, accusando soprattutto Francia e Regno Unito, finora determinati nel fermare il flusso dei migranti ai loro confini.”

  8. Però anche tu…. All’inizio di frase si usa la maiuscola e dopo il punto si lascia uno spazio. Lo so io che sono egiziano (nato in Italia)….

LEAVE A REPLY