Profughi, 37 nuovi arrivi per venerdì a Brescia e altri 220 a settembre

0

Non si ferma l’ondata di sbarchi sulle coste italiane da parte dei profughi e Brescia è di nuovo chiamata a fare la sua parte in fatto di accoglienza. E’ notizia del 28 agosto scorso la decisione del Viminale di affidare al territorio bresciano altri 37 richiedenti asilo.

Ora la Prefettura dovrà esaminare le tredici strutture, tra privati, associazioni e albergatori, che hanno partecipato al bando per l’accoglienza, scaduto lo scorso 26 agosto. A quanto pare un albergo di Darfo Boario, uno di Ponte di Legno e uno a Collio (quello dove si sta svolgendo la protesta dei residenti) potrebbero essere la prossima collocazione per i profughi. Considerata la situazione di emergenza che si sta vivendo a Bresso, il principale centro d’accoglienza lombardo, sembra che il Viminale abbia già predisposto il trasferimento di 220 profughi nel Bresciano.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. L’invasione continua….inutile prendersela con i coccolaimmigrati(che ci guadagnano sopra),il problema sono quelli che si incaxxano un po’ e poi tornano a pensare al campionato.

  2. Come si fa a parlare di inversione con 37 persone? In tutta Italia i richiedenti asilo sono 60 mila all’anno: ci vogliono 18 anni per fare un milione.

  3. I dati da soli non parlano, vanno interpretarti. Tu furbescamente riposti che i richiedenti asilo sono solo 60.000. Ma ometti di raccontare che i 60.000 sono quelli che chiedono all’Italia di restare gli altri, oltre 110.000 chiedono di andare una otri paesi europei. Forse non ti risulta, o lo ometti volontariamente, che questi paesi europei NON LI VOGLIONO se non in minima parte! Esatto i paesi europea a governo di sinistra o destra non li accettano salvo casi di reale persecuzione politica. Quindi agli extracomunitari che vogliono restare si aggiungono quelli che AVREBBERO voluto andare altrove. Aggiungiamo anche che la nostra disoccupazione giovanile da decenni è in doppia cifra mi spieghi queste “risorse” cosa faranno nella vita qui? Non hai forse notato che da anni le pulizie ecc le fanno società o cooperative dove sono tornati a lavorare per pochi euro anche italiani? Scendi dal tuo bel castello e guarda le facce che hai attorno, italiani ed extracomunitari, chiedi a loro se per caso c’è lavoro….. Ma scusa, dimenticavo il papa ti ha lasciato qualche soldo e come quelli del magazzino 47 non hai bisogno di un salario

  4. ha parlato alice nel paese delle meraviglie…60 mila all’anno i richiedenti asilo e altri 1.500.000 di clandestini sconosciuti e liberi di scorrazzare sul territorio a piacere …ti piace molto fare i conticini dalla tua oasi felice non meglio precisata, probabile che tu viva su di una nuvola suonando il piffero magico e fumando il narghilè da sera a mattina , visto che per te la realtà tragica di questa invasione si riduce ad mero calcoletto sballato e parziale . scendi dalla nuvoletta e vieni sulla terra , marziano !

  5. benissimo altri extracomunitari…. ci mancavano! Avanti c’è posto, si nelle tasche di quelli che guadagnano milioni su sti poveracci. Ricordiamo Mafia Capitale dove Buzzi diceva “faccio più soldi con gli immigrati che con la droga!”

  6. Gli stranieri in Italia sono poco più di 5 milioni e mezzo, ossia l’8% della popolazione. Solo 300 mila sono gli irregolari. Il Regno Unito è il paese europeo al primo posto per numero di nuovi immigrati con circa 560.000 arrivi ogni anno. Seguono la Germania, la Spagna e poi l’Italia. La Germania è invece il Paese Ue con il maggior numero di stranieri residenti con 7,4 milioni di persone. Seguono la Spagna e poi l’Italia. Siamo sesti inoltre per numero di richieste d’asilo (27.800). Da notare che il Paese col più alto numero di immigrati è anche l’unico che in questo momento sta crescendo economicamente.

  7. “Li manteniamo con i nostri soldi”
    Gli stranieri con il loro lavoro contribuiscono al Pil italiano per l’11% , mentre per loro lo Stato stanzia meno del 3% dell’intera spesa sociale. Inoltre gli immigrati ci pagano letteralmente le pensioni. L’età media dei lavoratori non italiani è 31 anni, mentre quella degli italiani 44 anni. Bisognerà aspettare il 2025 perché gli stranieri pensionati siano uno ogni 25, mentre gli italiani pensionati sono oggi 1 su 3. Ecco che i contributi versati dagli stranieri (circa 9 miliardi) oggi servono a pagare le pensioni degli italiani.

  8. Milioni sono gli italiani responsabili e complici della corruzione e dello stato di mafiosità perenne, del lavoro nero, dell’evasione e della frode fiscale e con loro c’è lo stesso accanimento che abbiamo nei confronti dei profughi? Non mi pare proprio, anzi tutte queste contestazioni mi sanno proprio di operazioni di depistaggio sociale.

  9. gli extracomunitari contribuiscono al 11% del PIL? Si come facendo girare l’economia con gli stipendi dei poliziotti, carabinieri, magistrati, vigilantes, fornitori delle carceri ecc! Ma smettetela, sono qui e pretendono tutto per niente!! ma contenti voi…

  10. azz….milioni milioni, e quanti siamo ??? calcoletti demografici un poco azzardati, e che siamo la cina ?
    decine di milioni all’estero … si, che mandano le belle cartoline… MA MI FACCIA IL PIACERE !

LEAVE A REPLY