Profughi, il vescovo Monari si appella alle parrocchie: apriamoci al bisogno

41
Bsnews whatsapp

La Caritas lo aveva proposto già il 9 luglio scorso, ma ora la messa a disposizione delle parrocchie per l’accoglienza dei profughi è stata ribadita anche dal vescovo di Brescia, monsignor Luciano Monari.

Quando le polemiche sulle politiche per l’accoglienza dei migranti sembrano raggiungere il massimo grado, fino alle proteste di piazza di Collio, il vescovo nel primo giorno di convegno del clero apre alla possibilità per le parrocchie di accogliere chi sta scappando da guerra e morte.

“L’invito alle parrocchie è a trovare degli spazi per i profughi in modo che la loro presenza sul territorio sia diffusa, non siano raccolti insieme, ma siano diffusi sul territorio per un impatto più dolce con lo stesso e anche per una integrazione più grande”. Micro-accoglienza quindi, da realizzare anche attraverso il sostegno della Caritas che “si mette a disposizione per tutti gli adempimenti burocratici e per sgravare le parrocchie da ogni responsabilità”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

41 COMMENTI

  1. beh, ciò dimostra che anche la chiesa sta cambiando e questo cambiamento non potrà che riavvicinare le nuove generazioni, scandalizzare da scandali di ogni tipo, al mondo del clero. Attendiamo fiduciosi

  2. Se uno é povero é povero, italiano o straniero che sia. Non mi sembra che le associazioni come la Caritas non facciano niente per gli italiani poveri. Dai da brao! Tu a proposito cosa fai per i poveri?

  3. sara’,ma io qualche italiano bisognoso che si e’ sentito rispondere picche l’ho trovato,poi,sinceram ente,non ho verificato fino in fondo pero’……anche la caritasm ha fondi limitati,sapete?

  4. L’invito del Vecovo mi sembra importante: la microaccoglienza in piccoli gruppi, in appartamenti che riproducano un ambiente famigliare, facilità l’integrazione nella comunità e riduce la paura irrazionale della gente.

  5. perfetto, signor vescovo. adesso che ci ha fatto capire qual è la sua linea di condotta, ci illustri quali strutture di proprietà della diocesi o sotto il suo controllo metterà a disposizione dei “migranti”. solo a pensare che i parroci si privino dei loro spazi (e dei loro agi) per alloggiare i nuovi arrivati… buon lavoro, signor vescovo.

  6. ancora dobbiamo vederli i frutti di questo slancio di generosità, quindi aspetta a dire che Salvini è accontentato. a parlare e a dire “fate i bravi e accogliete” son capaci tutti! e ricordati che non li porterà a casa il vaticano ma ce li accolleremo ancora noi, nella nostra povera Italia… ovviamente a spese nostre (piccolo particolare che per te sarà insignificante…) a meno che il vaticano non partecipi alla spesa, cosa che ritengo improbabile!

  7. Intanto la curia la sua parte la sta facendo. A oggi, invece, da Salvini vedo solo demagogia a fini elettorali. Ma prima o poi gli tornerà indietro tutta questa saccenteria razzista e populista.

  8. PERCHE’ SALVINI , MARONI , ROLFI , BORDONALI E AMICI DI MERENDA NON DANNO ANCHE LORO IL BUON ESEMPIO E VANNO NELLE TERRE DI QUESTE PERSONE AD AIUTARLI ? FORSE SI DIMENTICANO CHE SOLO LA CHIESA SEPPUR CON TUTTI I SUOI DIFETTI OPERA IN TUTTO IL MONDO AIUTANDOLI . eD AIUTA ANCHE GLI ITALIANI CON LE CENTINAIA DI ASSOCIAZIONI IN ITALIA AD ESSE COLLEGATE . dALLA BOCCA DEI LEGHISTI ARRIVANO SOLO PAROLE .. PAROLE … PAROLE … D’ ALTRONDE HANNO GOVERNATO PER VENTI ANNI L’ITALIA ED I FRUTTI ANCORA LI STIAMO RACCOGLIENDO !

  9. Naturalmente Monari deve farsi vedere che qualcosa fa. Giusto l’appello che fa alle sue parrocchie. Mi domando però: perchè, prima di fare questo appello, non dà l’esempio ospitando presso la curia alcuni profughi. Mi sembra che di spazi ne abbia in abbondanza. Potrebbe dire: cari parroci ospitatene alcuni voi, io ne ho già presi trenta in casa mia e a mie spese. Questo è l’esempio di chi predica l’accoglienza. Non il solito fate voi e io me ne sto beato a benedirvi e basta! Aboliamo l’8 per mille, risparmieremmo quanto eliminare il senato e finalmente la chiesa la smetterebbe di commentare in maniera puerile e a pancia piena!!

  10. Ci disprezzano (la stragrande maggioranza dei migranti è musulmana) perchè siamo infedeli da convertire o eliminare e noi gli apriamo le porte delle parrocchie e dei nostri oratori? Questa non è integrazione ma sottomissione. Non meravigliamoci se poi le chiese sono sempre più vuote

  11. la curia la sua parte non la sta ancora facendo: predica e benedice, dice cosa è bene e cosa è male, come ha sempre fatto. del resto preti sono e preti restano… hanno spazi e risorse, ma fino a che non vedo un profugo ospitato A SPESE LORO restano solo parole

  12. Le chiese saranno comunque sempre più vuote a causa del non esempio di preti, vescovi, cardinali, ecc che vivono sulle nostre spalle. In più non sono in grado nemmeno di risolvere i problemi che creano loro e Monari è l’emblema del non prendersi mai alcuna responsabilità, ma, con i soldi che lo stato dà a loro si permettono di farci la morale e di imporci questi profughi. Li volete? Ospitateli voi, a partire dal vaticano, a vostre spese e senza tanto strombazzare. Adesso voglio proprio vedere quanti parroci metteranno a disposizione i loro locali per ospitarli. Dove abito io c’è un solo parroco, i curati non ci sono più, prima erano due, e ci sono 2 appartamentoni liberi. Avanti, ospitateli e manteneteli. Noi pure abbiamo bisogno di case ma voi non vi siete mai nemmeno sprecati per mettercele a disposizione.

  13. se la regole vale per tutti quelli che pontificano su questo argomento, dovresti chiedere anche a Salvini, Bordonali, Lancini, Rolfi & C. di partire ed andare ad aiutare queste persone a casa loro invece di stare a scaldare poltrone profumatamente pagati dalle nostre tasse, o no?

  14. Sempre accolti al modico prezzo di 35 euro pagati dalle mie tasse, in strutture rigorosamente esenti da IMU e TASI?
    Non vorrei che fosse come a Biella dove si sono presentati 13 pakistani che però non essendo ricompresi nei ben noti progetti SPAR, sono stati lasciati in strada dalla Caritas….

  15. Ma un vescovo cosa dovrebbe dire se non predicare la solidarietà umana? Sono altri che vantando il primato del cattolicesimo si comportano in modo diabolico!

  16. se non ha altro da offrire oltre alle prediche gratuite, non gli resta che esimersi dal fare dichiarazioni (e ulteriori prediche). per quanto riguarda i “diabolici”, si tratta di personaggi politici che esprimono la loro idea e che si rivolgono al loro bacino elettorale: i vari Salvini & C. non hanno mai fatto proseliti sull’accoglienza e su quanto sia bello ospitare, non devono quindi dare nessun esempio se non ribadire il loro no fermo e puntuale. su questo si può essere d’accordo o meno, ma non mettiamo sullo stesso piano colui che parla di accoglienza (e che poi non muove un dito) rispetto a chi dice “io non li voglio” e che con coerenza si rifiuta di accogliere.

  17. Chiari e esaustivi i commenti di @???, mvb e ????????????????? o, siccome sono concreti, allora sono razzisti, fascisti, leghisti e ogni altro insulto possibile e immaginabile. Oggi, quando uno esprime un’opinione contraria sugli atteggiamenti incoerenti della chiesa deve essere per forza leghista. Guardate che questa incoerenza la chiesa l’ha sempre dimostrata, non è una novità! Propongo questo: visto che i politici, solo quelli della Lega s’intende, scaldano le poltrone e pontificano a nostre spese e lautamente pagati, mentre gli altri lavorano per noi e per accogliere i profughi (a proposito, se ogni elettore Pd ne ospitasse almeno uno oltre a preti, vescovi, cardinali e papa avremmo risolto il problema dell’accoglienza!), eliminiamo senato e 8 per mille visto che hanno lo stesso costo per il cittadino italiano. Dimezziamo gli stipendi della camera e così chi vuole pontificare, aiutare, ecc. lo può fare a spese proprie. Chissà che finalmente potremo vedere piazza S. Pietro piena di profughi che bussano alla porta del buon Francesco e assistere a quello che farebbe per loro con le forze del vaticano, non con quelle dello stato italiano che tanto criticano!!

  18. Ma tu parti o no per la Lbia a pattugliare le coste? Sii cooerente: allora sì che puoi chiedere ai buonisti di accogliere i rifugiati. Se tu invece sei stronzista, dimostralo

  19. Qual è la coerenza? Quella di essere realisti e fare i conti con quello che abbiamo o quella di una chiesa che propone un’accoglienza generalizzata e astratta che poi scarica su di noi? Ripeto, se questa è la vostra ricetta date l’esempio a vostre spese, non a nostre. E’ essere stronzisti? Io non ho mai proposto ai cittadini di pattugliare la Libia. C’è tralaltro questa possibilità? O pretendi anche che una persona sola vada a pattugliare? Anche questo è un discorso astratto non trovi? Mentre è concreto che ogni cittadino e ogni prete di ogni gerarchia che pensa di poter accogliere tutti ne accolga in casa sua e a sue spese almeno uno. Non trovi?

  20. Pago fior di imposte per farmi difendere (sotto tutti i punti di vista) dallo Stato.
    Se non è in grado di farlo (anche per dolo) mi si renda parte delle imposte versate, mi si dia un’arma per difendermi (l’ho già strapagata con tanti anni di imposte), al limite mi possono dare il BM59 che avevo in dotazione (d’accordo è obsoleto…ma mei de gnent)invece di rottamarlo.
    ps: sono comunque titolare di un regolare porto d’armi.

  21. Che stai dicendo? Sei fuori completamente. Tu sei uno che mette a rischio la sicurezza di tutte/i. Personaggi simili li abbiamo ritrovati poi nelle cronache dei giornali.

  22. Non ci sono alternative: o fermi la gente sulle coste Libiche oppure li devi accogliere, anche sulla base di leggi internazionali. Così come tu dici che chi accoglie deve farlo a proprio spese, io ti rispondo chi non é d’accordo deve andare a proprie spese ad impedire la partenza dei barconi. Ma tu piagnucoli che non puoi farlo da solo….. povero cocco. Usa la testa prima di parlare a vanvera.

  23. Se, come dici tu, non ci sono alternative, dobbiamo subire un’invasione! E questo significa numeri epocali che di certo la microaccoglienza di Monari non risolve. E quindi, come dico io, è giusto porre un limite. Ed è qui che non ci troviamo d’accordo. Ripeto: l’arrivo incontrollato di tutti e l’appello della chiesa continua su questi toni, non porterà niente di positivo nè per loro nè per noi. Quindi smettiamola di fare i buonisti e siamo realisti. Qui si tratta di come affrontare il problema a livello statale con i mezzi che abbiamo: siamo in grado di accoglierli tutti e garantirgli una vita dignitosa? Altrimenti conviene fermarli sulle coste. Non ci sono alternative. La chiesa, che tanto parla, ed è mondiale, è in grado di mantenerli? O pretende che li mantenga tutti lo stato italiano?
    Se tu vescovo proponi ad ogni parrocchia di ospitarne un numero ristretto (ma, se andiamo avanti così altro che “microaccoglienza”), sai anche che potrai mantenerli, o vuoi il contributo dello stato? E poi dai il buon esempio e comincia tu a fare spazio a loro. I mezzi non ti mancano. La carità io la intendo così. Voglio proprio vedere quindi quante parrocchie accoglieranno profughi e quanti profughi Monari si porterà in vescovato a proprie spese. Sul parlare a vanvera e contraddirsi poi Monari è maestro….

  24. Dove si mangia in 4 si mangia anche in 5. Il posto c’é e le risorse anche. Prova a pensare che il costo dell’accoglienza rispetto all’evasione fiscale é in rapporto 1 a 1000. Bisogna sempre dare il peso giusto alle cose e non farsi prendere dalla paura irrazionale che non é mai una buona consigliera. Vedo che no dici più che spetta ai singoli dare risposte che spettano invece allo Stato ed alla collettività. I problemi si risolvono insieme

  25. E quanto ad evasione fiscale la faccio io lavoratore dipendente o la Chiesa che non paga IMU e TASI e con galantino che utla quando una sentenza gliele vuole far pagare?
    O le cooperative che hanno un regime fiscale molto agevolato? o gli sfruttatori di manodopera a 3 euro all’ora, specie nella Puglia di vendola? o le grandi banche i cui vertici fanno spesso la fila alle primarie del PD? e quante tasse pagano tutti i negozi gestiti da stranieri?

  26. Proprio un vero economista!! Pratico e realista. Proponilo a Monari e a Renzi. Se il posto c’è e le risorse anche, allora perchè non risolvere i problemi della casa e del lavoro per gli italiani? Si scopre quando c’è il problema dell’immigrazione che le risorse ci sono? Quando naturalmente vanno dirottate verso di loro… Manca la volontà mi dirai, giusto? Colpa dello stato. Che però per i profughi più o meno regolari mette a disposizione 35 Euro al giorno. Se ci sono le risorse perchè il tuo governo e la chiesa non le mette a disposizione anche per le persone di cui sopra? Come manca la volontà di risolvere il problema dell’evasione. E’ da quando sono nato che sento parlare che con i soldi dell’evasione si risolverebbero tante cose ma nessun governo, anche quelli di sinistra che ne hanno sempre fatto un cavallo di battaglia l’hanno mai risolto. Tornando alla chiesa che continua a predicare in maniera puerile (e neanche tanto bene) mangiare in quattro (preti, vescovi, cardinali e papa) si può mangiare anche in 5 (profugo, disoccupato italiano, senza tetto italiano, anziano che non arriva a fine mese. I prelati possono accontentarsi di pane e acqua, la povertà è il loro precetto, no?) con l’8 per mille che i cittadini italiani sono costretti a versale a mamma chiesa, non credi? E questo vale anche per te: visto che ti sta così a cuore come a Monari il problema allora dividi per cinque le tue risorse senza chiedere niente a nessuno. Farete qualche sacrificio ma lo farete volentieri, no? E’ un problema umanitario e la chiesa è accanto ai poveri? E allora dai, aprite tutte le canoniche, il seminario, il vescovato e stringetevi un po’. Farete un ottimo servizio a tutti, stato compreso che, nonostante il governo la pensa come voi, non combina niente. Attendo i fatti…

  27. Forse tu non hai idea di cosa sta accadendo fuori dalle nostre porte. Prendi la Siria: su 8 milioni di abitanti, 4 milioni sono stati costretti ad abbandonare le loro case. Non so se ti rendo conto? La metà della popolazione ! Un milione e mezzo di profughi sono andati in Libano (che ha 4 milioni di abitanti), un altro milione in Turchia. Noi ci Lamentiamo per qualche decina di migliaia.E come la Siria c’é l’Eritrea, l’Iraq, la Libia. Vivono per strada, spesso non hanno cibo, i loro bambini muoiono per malattie e durante il viaggio ed inoltre devono subire le persecuzioni delle popolazioni che non li vogliono. Vogliamo essere umani ed accogliere qualcuno che é più sfortunato di noi? come la Siria c’é l’Eritrea, l’Iraq, la Libia. Abbiamo un dovere umano. Occuparci solo del nostro orticello non solo é disumano ma i problemi che non vogliamo vedere oggi ci cadranno sulla testa mille volte più grandi.

  28. Non rispondi quindi a quello che ho posto. Inoltre è inutile che convinci me, queste cose le so già! Il mondo è sempre stato pieno di guerre come e peggiori di queste. Voi che siete tanti e siete convinti, fate, organizzatevi. Non aspettate uno stato governato da incapaci imposti e non eletti (che la tua evasione fiscale non riesce a combatterla, come la disoccupazione, l’assenza di case e l’eliminazione dei privilegi) e una chiesa ricca e corrotta che per fortuna non ci comanda più come prima ma che mangia ancora alle nostre spalle e non ci pensa proprio ad eliminare i suoi privilegi. Ti do un consiglio: non sperare troppo su Monari e la chiesa locale: hanno sempre ampiamente dimostrato di essere solo dei ciarlatani incapaci già di risolvere i problemi che creano loro (e ne creano tanti, basti vedere quanto sono vuote le chiese!), figurarsi quelli del mondo. Cominciamo a risparmiare ed aboliamo l’8 per mille. Quei fondi li potremmo dirottare verso chi ne ha veramente bisogno, i preti che facciano finalmente voto di povertà, i vescovi scendano dal loro piedistallo e vivano in mezzo ai problemi della gente e con poche risorse. Se non sono scemi, capirebbero anche loro quello che sta succedendo dentro e fuori il nostro paese…

  29. Faccio solo notare ai paladini dell’accoglienza a 360 gradi che l’ISIS è nata in Siria e Iraq e quindi non è certo da escludere che tra i migranti siriani ci siano pericolosi militanti del califfato islamico. Inoltre perché deve occuparsene l’Europa e non i paesi arabi ricchi (Arabia Saudita, Emirati Arabi, etc..) visto che sono musulmani come loro?

  30. Quello che non vuoi capire é che quello che accade appena fuori dalla nostra porta ci riguarda direttamente e che tutta l’Europa dove avere una strategia per accogliere chi ha veramente bisogno ed agire per stabilizzare i paesi da cui provengono (invece abbiamo agito per destabilizzare….an che la Lega ha votato l’intervento in Libia). Se poi vuoi togliere ai ricchi e dare ai poveri mi troverai dalla tua parte, eccomi. Ma devi notare che le forze politiche che cavalcano la xenofobia (Lega e destra) sono proprio quelle che storicamente hanno favorito i ricchi.

  31. Caro o cara @gorgo, non andiamo ad ingrandire la discussione che ci porterebbe fuori strada e non la finiremmo più! Io sono intervenuto per la notizia data sul clero bresciano e da Monari di aprire le parrocchie al bisogno, riferito naturalmente alla notizia del momento: i profughi e quella commento. Sono in attesa di vedere quanti profughi ospiterà Monari nella sua bella e comoda curia e quanti i parroci. E su questo lo voglio misurare. I precedenti su problemi sociali sono molto deludenti: parole (neanche tanto belle) tante, fatti nessuno, tant’è che lo considero uno dei peggiori vescovi che Brescia abbia avuto e sono in buona compagnia di diversi sacerdoti bresciani che manco vanno alle sue riunioni. La puerilità del suo pensiero e l’assoluta incapacità di capire i problemi reali della gente lo fanno considerare un vescovo che lascia che gli eventi si “aggiustino da sè” per non dire di no a qualcuno (di potente) e sì a qualcun altro che è oppresso. Sul togliere a chi ha per dare a chi non ha sei d’accordo, vedo, quindi sei d’accordo sul togliere l’8 per mille. Lasciando perdere i partiti che, come sai, stanno dalla parte dei ricchi (tutti!) ci sono quelli ipocriti che ti fanno credere il contrario e quelli più realisti. La chiesa, che non è partito ma è potere, quindi è come se lo fosse, fa parte di quelli ipocriti, perciò anche lei è incoerente. Monari fa bene a rivolgersi alle parrocchie, e questo l’ho detto fin dall’inizio. Voglio solo vedere l’esempio che dà lui e quante parrocchie accoglieranno il suo invito per misurare anche qui la sua coerenza, la sua concretezza e la sua “autorevolezza”.

RISPONDI