Emergenza accoglienza profughi, prime disponibilità dalle famiglie bresciane

0

L’appello del Papa, lanciato domenica da piazza san Pietro, all’accoglienza nelle parrocchie di piccoli gruppi di migranti, ha fatto breccia tra i bresciani che, alla spicciolata hanno avvicinato alcuni operatori dell’accoglienza profughi per chiedere spiegazioni sul da farsi.

A fronte di una trentina di arrivi quotidiani nella nostra provincia (la maggior parte dei quali rimane parcheggiata nel centro accoglienza lombardo di Bresso), solo otto ieri sono riusciti ad essere sistemati in strutture idonee.

Il problema è sempre lo stesso: manca la disponibilità di strutture adeguate alla loro accoglienza. Durante il tavolo d’emergenza attivato in Prefettura è risultato chiaro che la microaccoglienza è (ancora) la strada da battere per affrontare l’emergenza anche se sullo sfondo resta il piano B della tendopoli.

Ora con la nuova disponibilità da concordare con le parrocchie e eventuali cittadini privati si spera di risolvere nell’immediato il problema, ma l’ondata di arrivi non si ferma e ogni giorno produce nuove richieste di accoglienza. Richieste alle quali Brescia fa già fatica a rispondere.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. benissimo, ne sono felice. credo che sia davvero il miglior modello possibile, e se queste famiglie dovessero anche guadagnare qualcosa, nel rispetto di queste persone ovviamente, non ci vedo nulla di male visto che si prendono l’onere di accoglierle in casa propria.

  2. sono d’coordo con te @rita…ciò che non vorrei però è che l’accoglienza fosse concessa anche a chi, giustamente, prova ad avere una vita migliore, ma non sta scappando dalla morte e dalla guerra. Per loro, come per tutti i migranti del mondo, non ci vuole acoglienza ma solo fortuna. uno su mille ce la fa, cantava Morandi,…ecco

  3. daranno l’esempio per primi i sindacalisti della CGIL CISL UIL ? mah ci crediamo poco , l’armiamoci e partite e’ sempre attuale.

  4. Cominci ciascuno di noi , secondo le sue capacità e possibilità, a dare buon esempio. Anche a costo di essere chiamato traditore dai razzisti nostrani -padani-nazisti-ultr as.

  5. Io non ospiterei nemmeno mio cugino a casa mia, figurarsi questa gente completamente estranea ai nostri costumi e alle nostre usanze e seguaci di una religione che fa dell’intolleranza assoluta verso i non credenti il suo punto di forza. Non mi risulta che nei loro paesi le moschee ospitino i cristiani perseguitati.

  6. ma il Centro Pastorale Paolo Vi in Via Calini sarebbe una struttura idonea , dispone di 108 camere e come mai i preti non ce li vogliono e pretendono che siano i cittadini ad accoglierli ?

  7. Sa la mia parrocchia, come ha chiesto il Papa, accoglierà una famiglia di rifugiati mi impegnerò ad acquistare loro il cibo per una settimana. Farò quello che posso, ma lo farò.

  8. Il vento sta cambiando: dalla paura xenofoba sta prendendo piede in tutta Europa una gara di solidarietà che soffierà sempre più forte. Voglio anch’io fare qualcosa per chi é più sfortunato di me, italiano o straniero che sia.

  9. AUGURI A CHI SI PORTA A CASA PROPRIA EMERITI NON IDENTIFICATI CLANDESTINI….poi non venite a piangere se succedono tragedie…uomo avvisato mezzo salvato diceva mio nonno , in questo caso ritengo pazzia e delirio allo stato puro aprire porta di casa senza alcuna tutela , allora fate prima ad andare in stazione a raccattarli di persona che fate prima ! BENPENSANTI ATTENTI A QUELLO CHE FATE, VOI LI LAVATE LA COSCIENZA PER POCHI SPICCIOLI MA IL CONTO DA PAGARE POI VE LO TROVATE A CASA VOSTRA !

  10. ma come si fà a fare una porposta del genere quando nemmeno le autorità sanno dare una identificazione a questi migroclandestini, e dovremmo aprire le porte di casa a sconosciuti che non sappiamo nemmeno chi sono e magari nei loro paesi d’ origine a noi ignoti sono dei banditi ? ma questi sono tutti matti , prova te ad andare ospite in sudan…se non ti stendi sul tappetino verso la mecca ti stendono al sole .
    e che fai a casa tua , gli dai l’angolino per pregare alla mecca , non ti mangia il salame e gli cucini la pecora ? lo lasci solo in casa con mogliettina e figlia ? lo educhi al cristianesimo e all’ accoglienza ? ed in cambio che ricevi ? sorrisi in italiano e vaffa in arabao….CI SONO STATO IN QUESTI POSTI , DA SUDAN ALL ETIOPIA PER PASSARE DA DJIBUTI…hanno tutti due facce , attenzione perchè dove qualcosa luccica ai loro occhi invidiosi del nostro benessere prima o poi se lo pigliano ! SE LI OSPITATE NON SAPETE NINIMAMENTE I RISCHI CHE CORRETE !

  11. La Germania ha annunciato che accoglierà 500mila rifugiati ogni anno per diversi anni. Ovvero milioni di persone. E noi stiamo qui a fare casini per 20 rifugiati a Collio? Come siamo piccoli (di testa).

  12. uk ha annunciato che accogliera 6000000 di profughi all’anno per diversi anni,peccato poi abbia aggiunto che chi non ha diritto verra’ rispedito al mittente,e se lo dicono loro,poi lo fanno veramente…..ps palestinesi no,ma siriani si,non c’e’ niente che dia sospetto a voi menti semplici di sx?

LEAVE A REPLY