Accoglienza profughi, 15 le parrocchie disponibili: gestione affidata alla Caritas

0

Dopo l’appello del papa e la prima disponibilità  di alcune famiglie, anche quindici parrocchie tra Brescia e provincia si sono dette pronte ad accogliere i rifugiati. La gestione è stata affidata dalla diocesi locale alla Carità, che seguirà la strada della micro accoglienza, che pare la migliore finora  da perseguire, ma anche la più  complessa da coordinare. Il Presidente della Caritas Catello ha chiesto una settimana per mettere a punto il programma. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. …e, ancora una volta, per noi il posto per chi non ha una casa, non c’è! Ah già, ma noi serviamo solo per chiederci le offerte e l’8 per mille… Noi se abbiamo bisogno paghiamo! Sembra di vedere la Cgil che di fatti hanno lo stesso pensiero.

  2. come funziona la caritas prende i soldini e il parroco “ospita” paga e anticipa tutto? Inizieranno le raccolte domenicali a messa in parrocchia per questo nuovo servizio caritatevole? che sola

  3. Ma quand’è che lo stato si decide a mettere l’8 per mille per le scuole, i disoccupati, l’edilizia popolare, l’assistenza agli anziani, il debito pubblico e la smette di dare un miliardo di euro all’anno a questa gentaglia che fa solo business e vive in canoniche e vescovati dorati…

  4. Ebbravo Monari e tu non ti stringi un po’ per fare spazio ai tuoi amati fratelli… Lo spazio ce l’hai, perchè dunque non lo fai?

  5. è inutile che cerchi di chiudere le tue piccole porticine misere all’invsione dello scuro, è un dato di fatto. Quindi c’è chi si prepara all’integrazione e al modificarsi della società come è normale che sia, sapendo dei vantaggi che i giovani possono darti ad una società anziana, oppure rinchiuderli ed aspettare che esplodano in violenza. In qualsiasi caso, caro il mio intimorito compaesano questi arrivano, ed è meglio utilizzarli al meglio per il nostro futuro, per le nostre pensioni, per i nostri ospedali, per il nostro stato sociale.

  6. Ci pagheranno le pensioni, ci assisteranno i nostri anziani, faranno i lavori che noi italiani non vogliamo più fare, ci renderanno la vita più agevole… Queste cose le ho sentite circa 25 anni fa… Io le chiamo nuovo schiavismo. A meno che tutte queste cose come l’assistenza e i lavori che rifiutiamo siano pagati come noi italiani, cioè in regola e con contratti non da fame. Ciò che non mi sembra alla luce dei fatti… Quindi “utilizziamoli”…

  7. Gestione affidata alla caritas……. finchè non ci sono stati i 35 e uri quotidiani nessuno si era mosso. E dacci oggi la paga quotidiana. Amen

  8. Perché gli Italiani sono dei fresconi che abboccano alla propaganda fascioleghista e, invece di ribellarsi e lottare duramente contro chi li rovina, in molti abbaiano contro i poveracci messi peggio di loro: è più facile, meno rischioso, meno faticoso, ma alla lunga molto controproducente.

  9. Vedremo tra tre mesi quanti saranno accolti con questo stratagemma.
    Nella realtà CGIL, ecc vorrebbero che le famiglie si tirassero in casa degli sconosciuti, con documenti farlocchi, di religione, usi e costumi molto diversi dai nostri.
    E poi si sorvola sul fatto che entro 48 la loro presenza va denunciata alla PS (tramite il Comune di residenza)…con quali documenti? E la maggiori tariffe ed imposte legate ad un maggior numero di residenti? TARI,TASI, ecc?
    Paghiamo già sufficienti imposte….in città ci sono caserme da riattare, si mettano lì e ci si dia 2 mesi di tempo per accertare identità e provenienza, niente possibilità di ricorsi, ed espulsione effettiva per chi non ha diritto.

  10. Che sia privato cittadino o privato imprenditore alberghiero oppure la chiesa oppure libere associazioni oppure comuni………….N ON VI VA MAI BENE NIENTE ………ah ah ah ah
    NON È CHE È TUTTA UNA SCUSA X PROPOGANDARE IL VS PARTITI E CERCARE DI RACCATTARE QUALCHE VOTI CIO IN PIÙ FACENDO LEVA SUL MALPENSARE, SULLA SUPERFICIALITÀ DI ALCUNI , SULLE FOBIE E SUI FINTI LUOGHI COMUNI?????

  11. Mentre forze politiche come la Lega Nord e Fratelli d’Italia chiedono la chiusura delle frontiere e  si assiste a manifestazioni delle periferie che sfilano per allontanare gli immigrati, il Corriere della Sera dimostra una realtà diversa: gli stranieri rendono all’Italia quasi quattro miliardi di euro.
    Credete forse che la Germania sia più generosa di noi?
    No, i profughi o gli immigrati sono una fonte di ricchezza.
    Il euro vengono dai fondi europei e di questi solo pochissimi euro sono versati da noi.
    Se non venissero in Italia andrebbero altrove, e poi un paese x crescere ha bisogno di aumentare la popolazione.
    Finite la di dire il contrario.

    ete, che la Germania li accolga xc è più buona di noi ?
    Leggete qui:

  12. Gli stranieri rendono in Italia quasi 4 miliardi di Euro? Per far cosa, i lavori che noi italiani schizzinosi rifiutiamo? Oppure lavori malpagati in condizioni di schiavitù? E la disoccupazione che abbiamo non potrebbe essere dirottata verso questi lavori che fanno gli stranieri? Oppure mi si dice che non c’è disoccupazione in Italia? Un paese per crescere ha bisogno di aumentare la popolazione? HA BISOGNO DI LAVORO! In Italia quindi i nostri giovani hanno talmente tante offerte di lavoro da non riuscire a starci dietro e quindi c’è bisogno di manodopera straniera vero? Ma stiamo parlando dell’Italia o di Marte?

  13. L’Italia è un paese ricchissimo , purtrppo la ricchezza non va a chi lavora ma si perde nei meandri che tutti conosciamo, x no parlare della ricchezza sommersa del lavoro non dichiarò in nero e dell’evasione fiscale.
    Se tuo figlio non trova lavoro, dubito fortemente che la causa sia “lo straniero”, credo invece che siano gli “italiani”.
    BUONA NOTTE.

  14. E quindi facendo venire qui profughi e clandestini la situazione migliorerà! Se è come dici tu, allora prima sistemiamo le cose che non vanno (lavoro nero e tutto il resto che sappiamo) e poi con questa enorme ricchezza potremo dare lavoro anche a loro, non trovi? Il problema è che quello che dici tu (evasione, privilegi, ecc.) è endemica nel nostro paese, come la mafia, quindi nessun governo potrà mai risolverla (anche le promesse ultradecennali della sinistra non hanno mai trovato attuazione, il che la dice lunga), quindi siamo nell’impossibilità di accogliere.

  15. Ho visto che il vescovato è dotato di alte mura e cancelli invalicabili. Perchè? Non dovrebbero essere spalancati per l’arrivo dei profughi? Mah, già, fin dai tempi passati i prelati si rinchiudevano nelle loro solide mura e alti cancelli e quell’immobile, antico, lo dimostra. Bravo Monari, la tua credibilità sale a 1000…

  16. Parroci, sbrigatevi a lasciare libere le vostre canoniche per i profughi, altrimenti Monari ricomincia il suo sermone dall’alto della sua dorata kuria….

  17. Preti, seguite l’esempio di Toffari che lascia la sua canonica per i profughi e lui va in affitto in una casa privata. Questo sarà quello che ci riserverà il futuro se li ospiteremo in casa nostra…

LEAVE A REPLY