Brebemi, Regione Lombardia dà ok con collegamento A4

0
Bsnews whatsapp

“Da Regione Lombardia arriva un atto molto importante, perché questo collegamento permetterà finalmente di valorizzare in maniera definitiva i benefici di questa infrastruttura”. È quanto ha dichiarato Mauro Parolini, assessore al Commercio, Turismo e Terziario al termine della seduta odierna di Giunta che ha approvato il provvedimento che ufficializza il parere favorevole al “progetto definitivo di variante al collegamento autostradale tra le città di Milano e Brescia – interconnessione tra le autostrade A35 e A4”.

 

 “Brescia e il suo tessuto economico, in particolare, avranno numerosi vantaggi – ha sottolineato l’assessore – in quanto il progetto prevede il potenziamento della bretella di collegamento tra la BreBeMi e la tangenziale sud di Brescia e la realizzazione delle rampe di interconnessione con la A4, con ricadute positive in termini di aumento della competitività, miglioramento della viabilità e dell’accessibilità alla città e a tutto il territorio provinciale”.

Per completare la rete autostradale connessa alla BreBeMi è ora necessario realizzare l’ultima parte della "corda molle", già iniziata e con le aree occupate. "Occorre indennizzare gli agricoltori espropriati e finire al più presto le opere; il nuovo concessionario di Autostrade Centropadane – ha concluso Parolini – si metta subito al lavoro".

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. La brebemi e troppo cara, come tutta l’autostrada che collega l’italia.Tutto quello che si privatizza diventa oro colato per i privati. E proprio vero come quel detto napoletano,se’non ci fossero i fessi,non campassero i dritti.Meditate gente. M.Paolino

  2. Ma perchè va di moda scrivere “meditate gente” come se il resto delle persone fossero stupide?! La brebemi non è più cara di altro ed è cento volte più sicura e comoda della A4. Meditaci

  3. Quella non è la Brescia-Bergamo-Mila no, bensì la Castrezzato-Melzo, quindi è molto scomoda. E’ sicura perché deserta, è più costosa come tariffe della A4, è costata una valangata di denaro pubblico non previsto dal furbesco progetto iniziale dei cosiddetti privati. Il suo futuro è nelle “mani” di altre infrastrutture ancora da realizzare. L’unica certezza è che si tratta di un “progetto politico” come tanti nati e noti in Italia. Medita, Dokky…

  4. Ancora non sono sazi! Non sono bastate le centinaia di milioni dei contribuenti arraffate per evitare il fallimento agli imprenditori che, si diceva, ci avrebbero messo i soldi. No, ora bisogna depredare ulteriormente le casse pubbliche per rendere più appetibile un’autostrada inutile e costosa! Magari, con l’occasione, si seppelliranno sotto l’ennesima colata d’asfalto alcune altre tonnellate di rifiuti tossici… Ma fanno bene, tanto ormai buona parte dei derubati sono abilmente distratti e tra paranoie sulla sicurezza e terrorismo psicologico sull’invasione degli stranieri sono rimasti in pochi ad accorgersi di chi, veramente, li rovina e devasta casa loro…

RISPONDI