Scontro tra manifestanti e polizia a Collio: la Questura emette cinque fogli di via

38
Bsnews whatsapp

Cinque fogli di via per altrettanti manifestanti del movimento Brescia ai Bresciani che il 5 settembre scorso si sono resi protagonisti di scontri contro la Polizia durante la manifestazione di protesta a Collio contro i 19 profughi arrivati in paese.

A decidere il provvedimento la Questura di Brescia, secondo la quale i cinque non potranno più avvicinarsi a Collio per i prossimi tre anni. A far scattare il provvedimento restrittivo le immagini video e fotografie degli scontri, sulla quali la Procura ha aperto un’indagine che nei prossimi giorni dovrà chiarire anche la posizione di altri manifestanti, questa volta arrivati per dare sostegno ai profughi, ma che non hanno rispettato le prescrizioni imposte dalla questura di Brescia sul percorso da tenere. Gli stessi manifestanti di sinistra che hanno già organizzato per il prossimo sabato pomerigio, 19 settembre, un’altra manifestazione a favore dell’accoglienza dei profughi. Intanto l’Anpi di Brescia ha fatto sapere che come associazione non parteciperà

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

38 COMMENTI

  1. mi sono sempre chiesta: ma che colpa pensano abbia la polizia quando esegue l’ordine del questore e blocca eventuali possibili degenerazioni di scioperi e proteste varie? vorrei davvero che qualcuno mi spiegasse il motivo di tanta violenza gratuita contro persone che stanno semplicemente facendo il proprio lavoro.

  2. Ma le manganellate non erano di fascista memoria, caro sinistro? Oppure quando si tratta di darle a qualcuno che non la pensa come voi, i metodi che voi avete stigmatizzato come fascisti vanno bene e ci vogliono? Cari sinistri non violenti?

  3. Gli unici incivili a Collio sono gli italiani (quasi tutti NON di Collio ma venuti da fuori) che hanno urlato beceri slogan razzisti contro i rifugiati, lanciato pietre ed uova, tentato di aggredire persone, minacciato rifugiati ed i proprietari dell’HOtel. Bene i fogli di via. Loro sono il pericolo per Collio: i facinorosi dell’odio.

  4. ma rileggetevi la storia anche dall’ altra parte…onesti intellettualmente .
    è assodato che tutti indistintamente stavano in piazza con la manina alzata … prima !

  5. …te sei invece facinoroso di tuo e questo basta…regalati una strenna di libri a natale che così rileggi i capitoli che hai saltato così da avere un quadro completo a disposizione sui facinorosi dell’ odio…leggi bene attentamente mi raccomando e poi parli almeno non a vanvera e con cognizione di causa ! Gnurant

  6. quali rifugiati ? ti riempi la bocca con sta parola stra abusata , chiamali con il loro nome , clandestini , e poi dimmi chi ha vinto.. hahahahahaa che mago zurlì che sei..

  7. vi dà fastidio pansa…perchè vi fà venire il mal di pansa !
    leggere di storia è interessante quando questa viene scritta con onestà e da ambe due le parti , non per nulla ha destato molto clamore e qualche aggressione allo scrittore , tanto per parlare di FACINOROSI DELL’ ODIO visto che qualcuno senza alcuna memoria ( se non la sua ) si permette di alzare il proprio volume sonoro a coprire inutilmente una verità accertata , assodata e ormai di pubblico dominio agli onesti intellettualmente… ciao belli ciao

  8. Leggete l’unità al tempo dell’esodo istriano. Quando alla fine della seconda guerra mondiale, il 10 febbraio 1947 l’Italia firmò il trattato di pace che consegnava le terre dell’Istria e della Dalmazia alla Jugoslavia di Tito, la sinistra non conobbe la parola ‘accoglienza’. Tutt’altro. Si scaglio con rabbia e ferocia contro quei “clandestini” che avevano osato lasciare il paradiso comunista.

    Trecen tocinquantamila profughi istriani e dalmati. Trecentocinquantamil a italiani che la sinistra ha trattato come invasori, come traditori. Ad attenderli nei porti di Bari e Venezia c’erano sì i comunisti, ma per dedicargli insulti, fischi e sputi. Nel capoluogo emiliano per evitare che il treno con gli esuli si fermasse, i ferrovieri minacciarono uno sciopero.

    Giorgio Napolitano ha ragione: il Pd è davvero l’erede del Pci. La sinistra italiana, che di quella storia è figlia legittima, dimentica tutto questo. Ora si cosparge il capo di cenere e chiede a gran voce che l’Italia apra le porte a tutti i migranti del mondo. Predica l’acccoglienza verso lo straniero che considera un fratello. Quando per anni ha considerato stranieri i suoi fratelli. Gli unici profughi che la sinistra italiana ha rigettato con violenza erano italiani. Istriani e Dalmati. “Sono comunisti. Gridano ‘fascisti’ a quella povera gente che scende dalla motonave (…). Urlano di ritornare da dove sono venuti”

  9. Gente di collio nn li vuole e voi da fuori dite che dobbiamo ospitarli…
    fate una bella cosa prendeteli e portateli a casa vostra noi di Collio NN LI VOGLIAMO.

  10. Nel mio paese c è ne sono 10 e nessuno si è lamentato o scontri vari .
    Una decina di profughi non rovina l ambiente sociale di una comunità
    Solo il razzismo e la mentalità xenofoba lo rovina

  11. Ogni paese ha una realtà a sè e sono le persone che la determinano. La gente di Collio è dell’opinione di non ospitarli. Tutto qui. Rispettali, non imporgli la tua solidarietà…

  12. Ci sono anche genitori e nonni che hanno raccontato le brutture del fascismo ai propri figli, anche questa è storia. Se vivi in una dittatura e sei dalla parte giusta stai bene, se sei dalla parte sbagliata stai male, questo vale per l’Italia fascista come per la Russia Comunista. A volte ho l’impressione che per qualcuno le colpe degli avversari giustifichino le proprie.

  13. A Collio c erano gruppi di forza nuova , casapound , CNB e qualche residente . A Collio ci sono 2300 abitanti , di cui 15 sono contrari.
    Non è Collio ma il 2 % quindi rispettiamo il volere di solidarietà del resto dei cittadini

  14. Ci sono colpe da tutti gli schieramenti. E’ giusto studiare oggettivamente la storia, eliminando l’idea dell’eroe che non esiste e tutta una retorica inutile. Il periodo fascista è stato per molti positivo (e non si poteva dire), per altrettanti negativo e si è continuato a dirlo. Come tutti i periodi storici, compreso l’attuale, ci sono aspetti positivi e aspetti negativi. Anche sui libri di storia dovrebbero scrivere entrambe le esperienze… Ricordo mia nonna che diceva che suo papà, classe 1849, contadino, morto a 90 anni, riferiva che il governo austriaco era da preferire 1000 volte a quello piemontese. Ma i libri di storia hanno sempre detto il contrario….

  15. l’anpi ha fatto sapere di non partecipare…, bene , onestà intellettuale e tanto di cappello ! lascio ai commenti di tale alex fazzoletto verde dell’ ultima ora e per sentito dire , i commenti tanto beceri e infarciti di demagogia applicata alle nuvole delle quali si fà autore…ovviamente standosene sul balcone di casa senza muovere un dito delirando come un ossesso ! se a casa tua decidi che non vuoi ospiti , nessuno ti dice che sei un nazista , quindi se a casa degli altri non vogliono clandestini , grida pure il tuo finto sdegno a destra e a sinistra , non è casa tua di conseguenza fatti i k….zi tuoi e stattene zitto !
    altrimenti fai una cosa , noleggiati un pulmino , vai a a collio e raccatta su chi vuoi e dagli la tua di casa a gratsi , libero di farlo amico e poi parli e ci dai lezioni..ok ?

  16. ma questo è soltanto l’ inizio…sono 57 milioni gli italiani che non desiderano clandestini , da nord a sud …e questo succede perchè il nostro governo è incapace di selezionare chi ha diritto o meno dello status di rifugiato , lavandosi bene le mani pilatescamente e guadagnandoci sopra con le coop rosse e le finte onlus…
    gli italiani si sono rotti gli ammenicoli e questo cesso deve finire…!
    datemi del razzista o del nazista , ma che se ne fotte , sono italiano , italiano vero !

  17. alex dacci l’indirizzo che ti spediamo in strenna tutti i libri di pansa così li leggi e apprendi qualcosa di vero e di genuino …così che ti venga il mal di pansa , come vedi anche senza olio di ricino…hahahaha

  18. @Italiano: di sicuro ci sono molti italiani d’accordo con te…ma 57 milioni mi sembra un dato un pò fantasioso. Magari l’hai detto tanto per dire, ma stai attento a scrivere cose del genere che poi qui chi legge ti prende sul serio e magari lo usa come argomentazione. @Partigiano: casa tua è il privato, il paese in cui vivi è il pubblico, quindi l’esempio che fai non sta in piedi. Ti ricordo che i primi ad andare a manifestare a Collio sono stati quelli di casa pound venuti da fuori, quindi, secondo il tuo ragionamento, gli abitanti avrebbero dovuto mandarli via perchè non erano a casa loro e di conseguenza il problema non li riguardava. Quando si discute in rete non bisognerebbe mai dire “stai zitto”, nessuno da lezioni a nessuno, ognuno esprime le sue idee e per come la vedo io se uno arriva a dire “stai zitto” ha semplicemente finito gli argomenti.

  19. Scusate ma il mio è solo un dato di fatto
    Quanti dei 2300 abitanti residenti sono scesi in piazza ?
    2300 no ( quindi tutto il paese non è d accorso sul mandarli via )’
    1150 cioè la metà nemmeno ( sarebbe già un bel numero di partecipanti )
    500 nemmeno ( anche accompagnati dalle varie sigle di destra )
    100 In totale insieme a casa pound forza nuova etc etc non corrispondo a tutta Collio .
    Hai ragione io non li ospiterei perché non sono in grado economicamente Ma dire che tutto il paese non li vuole ( stando ai dati oggettivi ) mi sembra una esagerazione. Poi con tutto il rispetto x Collio non è che una zona vip da turisti miliardari russi che se vedono i profughi non ci vanno mettendo a rischio la loro economia l,anzi forse tutto questo movimento fatto di componenti di destra e sinistra ha portato più soldi ai bar, supermercati e negozi vari.

  20. se vado a collio posso cantare… Ma Pippo, Pippo non lo sa che quando passa ride tutta la città …o vengo tacciato per nostalgico ???…zumzumzum…zu mzumzum….

  21. Non dire balle che con 35 euro economicamente ce la fai. Se non li ospiti sei uno che non sa far di conto o sei uno che predica bene ma razzola male. No africano? No 35 euro

  22. Foglio,di via da tutto il territorio bresciano
    Gente pericolosa e non socialmente utile alla comunità.
    Vedrete che mandandoli viamsimdovrsnnomrico struire una vita e magari diventano meno razzisti .

  23. Ma che senso ha un foglio di via da Collio ??? Non sono residenti e non ci vanno x lavoro. Probabilmente prima della manifestazione non sapevano nemmeno dove fosse. Io propongo se sono membri della CNB diffida a vita dagli stadi , se sono politicizzati togliere il loro voto per almeno dieci anni dalle prossime elezioni perché sono pericolosi socialmente e nel caso in cui sono residenti a Collio allora foglio,di via .
    In questo modo la,prossima volta penseranno più volte prima di agire solo d istinto . Unico Metodo,educativo

  24. per fortuna che è collio…se fosse successo a GNOCCA in provincia di Rovigo o a BASTARDO in provincia di Perugia…bhe noi abbiamo anche MOSCIO e LORITTO che è tutto un programma ma mai come FIGACCIA in provincia di Olbia . oppure SEGA o ORINO….dai andiamo tutti a BELLANO che è meglio

RISPONDI