Niente fondi ad alberghi che ospitano profughi, Mottinelli (Pd): norma incostituzionale

2

«Penalizzare gli albergatori che accolgono i profughi in maniera volontaria è una decisione che va contro i principi della Costituzione». Il Presidente della Provincia di Brescia, Pier Luigi Mottinelli, commenta così l’emendamento 113 alla legge sul turismo approvato lo scorso mercoledì dal Consiglio Regionale della Lombardia. «Non possono accedere ai finanziamenti regionali gli albergatori che non abbiano un fatturato derivante esclusivamente dal turismo; in pratica – sottolinea il Presidente Mottinelli – chi ha scelto di ospitare i migranti viene punito dalla Regione Lombardia. Non è così che si affronta  un fenomeno globale. Le Istituzioni  hanno l’obbligo di collaborare per gestire l’accoglienza, tutti i partiti politici devono mettersi a disposizione per gestire al meglio questa emergenza. Questo emendamento è uno schiaffo ai principi e ai valori umani. La politica deve farsi carico delle preoccupazioni dei cittadini, non cavalcare l’onda della paura per strumentalizzarla a fini di partito». Il Presidente Mottinelli ricorda a Regione Lombardia che il tema dell’immigrazione è una questione aperta da anni e affrontata da vari Governi: «Gli operatori alberghieri lombardi – conclude il Presidente Mottinelli –  rispondono a una richiesta di collaborazione del Ministero dell’Interno, lo stesso Ministero che, guidato da Maroni, quando sbarcavano nel 2011 ogni giorno migliaia di immigrati a Lampedusa, chiedeva ai Comuni di accoglierli in nome della solidarietà. Che cosa è cambiato da allora?».

Comments

comments

2 COMMENTS

  1. …ma pur capendo e ringraziando per il civico impegno (35 € a cranio) non stanno facendo nulla inerente al turismo…a meno che ora i turisti vengano pagati e omaggiati di vitto e alloggio durate i loro viaggi

LEAVE A REPLY