La Brebemi non decolla: automobilisti disincentivati dai pedaggi elevati

11

Nonostante l’apertura della A58 abbia portato ad un aumento del 20% del traffico sulla Brebemi, la nuova autostrada che collega Brescia a Bergamo e Milano stenta a decollare. A dirlo sono i numeri, usciti dal sito Aiscat. Nel mese di giugno, sono stati 24,6 milioni i chilometri percorsi sull’A35, in media 13.205 transiti al giorno, circa un quarto in meno rispetto alla tangenziale Esterna Est dove nello stesso periodo hanno viaggiato 16.667 veicoli al giorno.

Che l’A35 abbia tariffe maggiorate rispetto alla concorrente A4 potrebbe essere una delle motivazioni che non le permette di decollare, o almeno è quello a cui è arrivata la consigliera delegata alla Mobilità e viabilità Città metropolitana di Milano Arianna Censi che sul Corsera ha commentato: “le ragioni per cui gli automobilisti non sono incentivati a percorrere le autostrade A35 e A58 non sono le difficoltà di connessione con la restante rete autostradale ma le tariffe di percorrenza, evidentemente troppo elevate”.

Comments

comments

11 COMMENTS

  1. A posteriori capiscono che era un’opera inutile, prima quando tantissimi l’avevano previsto, no, bisognava farla per forza. Come la metropolitana, inutile e costosa. Adesso entrambe le dobbiamo mantenere. Destra e sinistra a gara per fare opere inutili a spese nostre. Che disgusto…

  2. Disse qualche mese fa Bettoni che per i conti veri e positivi di doveva attendere il mese giugno : di quale anno ? Perché questa inutile opera è stata salvata con i soldi dei contribuenti anziché lasciarla giustamente fallire ?

  3. Io non so se l’opera sia davvero inutile o no. La cosa certa è che non è possibile fare un piano industriale che prevede, per stare in piedi, tariffe DOPPIE di quelle di mercato, e poi lamentarsi che gli utenti non arrivano. La cosa più triste è che un piano del genere, secondo me demenziale, viene invece accolto con grandi applausi come una fantastica operazione di project financing!

  4. Questa BREBEMI è stata voluta, si dice dal Bettoni-Napoleone, il quale una sera al ristorante ha fatto una scommessa con la moglie: vuoi vedere che io faccio anche un’ autostrada da brescia a milano ? Ha sì vinto la scommessa ma ha fatto un’ opera totalmente inutile sacrificando milioni di metri cubi di verde campagna lombarda !

  5. Si ma sono 2 anni che dicono le stesse cose, non ci vuole un genio a capire che se devo pagare il 50% in più resto sulla più trafficata A4, se magari iniziassero a fare una tariffa agevolata per i camion o per le auto vedrebbero che i risultati sarebbero certi.
    Comunque, questa è un opera gestita male, come è gestita male la TAV, che considero sorella della BreBeMi, miliardi spesi senza una logica manageriale economica e rispetto dell ambiente, sempre a discapito dei cittadini che pagano le tasse e a discapito degli agricoltori, da notare che adesso il settore primario sta tornando in auge, e quei m2 di terreno non torneranno più a coltivazione.
    (rico rdo anche che i cittadini espropriati del terreno non hanno ancora ricevuto la liquidazione totale da parte dello stato)

  6. ma smettetela di smaronare sulla brebemi è comodissima. il problema è che appunto costa cara, ma i raccordi che portano a bs e dintorni sono oro. se non la usate smettete di criticare e scrivere baggianate. tutti bravi con il lavoro degli altri.

  7. Dal suo commento si capisce come non abbia mai preso questa autostrada. Da Melzo a Melegnano resta a tre corsie e chi deve andare sulla Ovest passa di lì. Così come al ritorno è da Travagliato alla Sud che si riduce a una corsia (p.s. sarei curioso di vedere i dati di percorrenza da BS fino a Chiari, dato che senza Brebemi quella bretella non sarebbe mai esistita…) p.s. dove eravate bei simpaticoni quando lo stato costruiva con i Benetton tutte le più inutili bretelle del Veneto, regione ad alta produzione agricola? Come mai non si fanno carotaggi sulla quarta corsia della A4 e quello che si trova sotto l’asfalto? Da quanti anni i Benetton POSSIEDONO le maggiori autostrade italiane senza gare pubbliche ricorrenti? Non dico che non vada criticata la Brebemi, al contrario. però è in corso un irritante doppiopesismo. I trevisani vi ringraziano.

  8. Ah, ti irrita il doppiopesismo. Bene. Effettivamente è la cosa più importante di tutto ciò di cui stiamo parlando. Ps: io spero che, grazie alle dinamiche politiche in atto i questi mesi in Trentino e Veneto circa i rinnovi delle concessioni, si accordino e finiscano la Valdastico nord fino alla A22, e che si finisca tutta la gronda nord in Lombardia, e il completamento della corda molle fino a ospitaletto, e i binari per l'alta velocità fino a Padova (ieri ho fatto Torino-Milano in treno su Italo in 50 minuti, non vedo l'ora che arrivi a Bs). Le infrastrutture o servono o non servono, esistono ponti utili e ponti inutili, come si fa a farne una battaglia pregiudiziale?

LEAVE A REPLY