Prolungamento metro a Ovest, Rolfi (Ln): opportunità da cogliere ora, errore rimandare

5

“L’indecisione di Del Bono, in merito al prolungamento della metropolitana, soprattutto sul versante Ovest, rischia di far perdere occasioni importanti alla Città." Questo il commento di Fabio Rolfi, vice capogruppo della Lega Nord al Pirellone, relativo alle dichiarazioni del Sindaco di Brescia sui progetti futuri riguardanti il metro, riportate oggi. "Il tempo degli accordi – prosegue Rolfi – della programmazione e della progettazione è quello presente, non durante un ipotetico prossimo mandato che, per il bene della Città, spero Del Bono non faccia mai. Oggi va colta l’opportunità dell’arrivo dell’alta velocità, che certamente avrà effetti anche sull’organizzazione del traffico ferroviario, per condividere con gli enti preposti la gestione della linea Brescia-Edolo, almeno fino a Castegnato, come tragitto metropolitano.”

"Questo progetto rappresenta la via più concreta e meno impattante, e forse anche la più economica, per estendere in modo realmente efficace e integrato la metropolitana alla parte ovest della città, resa possibile oggi dall’arrivo della Tav."

Secondo Rolfi è necessario svolgere un’attività di stimolo e di raccordo con tutti gli attori in gioco, considerando che già con la giunta Paroli questo prolungamento era progetto concreto. "Progettare e condividere significa concordare il ridisegno del traffico ferroviario, individuare risorse e definire le modalità amministrative per agire su sedime e immobili di diversa proprietà. C’è un evidente interesse pubblico, soprattutto da parte della Città, nella logica proprio della “grande Brescia” di cui Del Bono parla spesso, senza però nessuna azione tangibile a sostegno di queste parole. Rimandare alle calende greche – chiosa Rolfi – non è fare il bene della città ma evidenzia soltanto la solitudine istituzionale di chi oggi la governa.”

Comments

comments

5 COMMENTS

  1. Costa ammetterlo, ma ha ragione Rolfi. Chi ha voglia faccia un confronto con Lille, città circa come Brescia, poco più. Manzoni, tu cosa dici? La città non finisce con il confine comunale, ci sono 6/700 mila persone che gravitano nell'area urbana, esistono studi internazionali che ci riguardano, siamo tra le prime 7 o 8 conurbazioni in Italia. Basta leggerli.

  2. E “forse” la via più economica, dice Rolfi. Ci parli prima o ci faccia vedere due numeri perché quel miliardo di euro di denaro pubblico buttato per il Metrobus qualcosa dovrebbe aver insegnato ai politici abituati a fare i conti con il pallottoliere.

  3. proprio questo è il problema, lo si è speso. Ora tocca farlo fruttare. Non si può pensare, dopo aver speso grazie ad una decisione errata e megalomane della giunta Corsini, di fermarci. La metropolitana così come è non può durare è troppo costosa, è necessario un suo potenziamento al fine di aumentare i numeri degli utenti. non è una scelta è l’unica scelta per il futuro delle casse del comune e della città.

  4. E cosa ci mette il garrulo Rolfi a trovare i soldi? Per i mangioni della BreBeMi ha trovato in un lampo un bel pacco di milioni da regalare, adesso magari fa fare agli stessi un bel progetfainansing e poi via con un nuovo bel megaprogetto. Tra una sassaiola più o meno virtuale e l’altra contro gli orridi clandestini bisogna pur pensare al portafogli…

LEAVE A REPLY