Bergomi (Pd) risponde alla Lega: fumo negli occhi per nascondere disastri amministrativi

0
Angelo Bergomi
Angelo Bergomi

Non ci ha messo molto il responsabile ambiente provinciale del Pd, Angelo Bergomi, a rispondere alle accuse che gli sono state mosse dalla sezione franciacortina della Lega Nord. Il Carroccio in un comunicato aveva definito Bergomi “fata smemorina” accusandolo di non ricordare “i danni che ha fatto il suo partito al nostro territorio”. Ma il consigliere democratico di Rovato rimanda le accuse al mittente e ribadisce “preferisco confrontarmi seriamente con chi ha proposte per risolvere definitivamente il problema, cittadini in primis, non con chi butta fumo negli occhi alla gente per nascondere disastri amministrativi”.

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DELLA RISPOSTA:

Il signor Gandossi, re delle sconfitte elettorali tanto da candidarsi a sindaco a OME e non riuscire nemmeno a mettere piede in consiglio comunale, parlando di fate smemorine forse si stava guardando allo specchio quando ha scritto un comunicato pieno di castronerie come quello sopra evidenziato. Si è casualmente dimenticato di ricordare ai cittadini come nella conferenza dei servizi decisoria tenutasi in Provincia nell’aprile 2013, propedeutica all’autorizzazione della discarica DRR, il vicesindaco leghista di Cazzago S.M. lasciò agli atti della conferenza dei servizi un “….parere favorevole al progetto di discarica….” come chiunque può appurare.

Gandossi e la Lega franciacortina sono “smemorati” quando si dimenticano di dire che un diniego ufficiale alla richiesta di riconoscimento ufficiale al progetto di parco la Provincia a guida leghista non l’ha mai messo nero su bianco mentre, contemporaneamente, l’iter  delle discariche nel sito della Macogna continuava imperterrito negli uffici prima della Regione e poi della Provincia a guida leghista. E non sto parlando delle criticità sollevate dai tecnici della Provincia sul progetto di PLIS ma di un pronunciamento negativo ufficiale e definitivo sul NO al riconoscimento provinciale del PLIS mai arrivato. Sono smemorati quando dimenticano di ricordare che l’autorizzazione all’ingresso dei rifiuti nella Macogna è stata definita dalla provincia a guida leghista due giorni prima delle elezioni provinciali dell’ottobre 2013.
Sono smemorati quando, parlando a vanvera della discarica ex-Rovedil di Rovato, non ricordano i problemi strutturali della discarica avvenuti durante la gestione della giunta leghista di Manenti che portò all’obbligo di messa in sicurezza dell’impianto imposto dalla Provincia. Se le carte da giocare sulla vicenda Macogna che il sig Gandossi paventa sono come quelle citate gli suggerisco di tenerle bene in saccoccia.
Preferisco confrontarmi seriamente con chi ha proposte per risolvere definitivamente il problema, cittadini in primis, non con chi butta fumo negli occhi alla gente per nascondere disastri amministrativi. Soprattutto alla luce delle notizie di rilevanza giudiziaria che stanno interessando il bacino della Macogna in queste ore.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Se gli amministratori fossero stati tutti con la competenza di Bergomi sui temi ambientali non staremmo qua a parlare di un sequestro giudiziario di un bacino nel 2015. Finchè in amministrazione a Rovato c’è stato lui le cave e le discariche su questa zona di territorio non sono mai arrivate. In due anni e mezzo è partita la Bonfadina e alla Macogna è arrivata la discarica. Questa è la verità.

  2. Continui a fare il furbo che allungherà la lista dei querelati. Qualcuno ci sente solo da quell’orecchio, non avendo ancora capito che con la reputazione delle persone non si gioca.

  3. AHAHAHAHAHAHAH che stato! bergomi… silenzio per cortesia!
    prima cosa: gandossi è giovane e ne ha di strada… e di coraggio… invece lei è su di età e ha in saccoccia una bella batosta rovatese… ergo, meglio tacere…
    seconda cosa: parlate sempre di “parlare e risolvere” ma da quando ci siete su voi a governare i problemi sono aumentati a dismisura. basta promesse da marinai!
    terza cosa: AHAHAHAHAHA simpaticissimo come sempre! W ROVATO! fiero di esserci!

  4. Ve la sognate la competenza e l’onestà di un Bergomi che, per inciso, al ballottaggio a Rovato è andato da solo contro tutti. Altro che prendere 100 voti di lista a Ome, candidato da fuori paese. Roba da sprofondare sotto il divano.

  5. XYZ ma lo sai quanti anni ha Angelo Bergomi? Alura fa sito. Non sapete fare altro che dire fesserie. Non avete altri progetti che cacciare gli extracomunitari . Anche quando sono necessari
    Ci sarà da ridere a Rovato . Vedrete. Da soli 49.4 %.

  6. In realtà a Rovato sembra abbia vinto Manenti, visto che sta facendo il sindaco a tutti gli effetti. Come vincere le elezioni ed essere …..commissariati.

  7. …che acidità Sig. Bergomi ! Sembra proprio che il comunicato della Lega l’abbia colpita in pieno !
    ps Gandossi si è candidato una sola volta nella “sua carriera politica” Lei quante ? Si rottamerà da solo o continuerà a far il saccente dai banchi dell’opposizione ?

  8. Saccente a Bergomi? Ammazza che pelo sullo stomaco?
    Il signor Gandossi fa un comunicato dove prende a male parole una persona peraltro e si aspetta che gli vengano stesi tappeti rossi? Il signor Gandossi oltre alla batosta elettorale di Ome dovrebbe anche ricordare il disastro che la Lega franciacortina da lui guidata ha prodotto a Rovato. Lui, segretario zonale, non è stato in grado di evitare la caduta dell’amministrazione comunale nel Novembre scorso. Leggersi le sue dichiarazioni di quel periodo. Per inciso Gandossi i banchi dell’opposizione manco li ha visti. L’hanno lasciato fuori dal consiglio comunale. ah ah ah ah h

  9. saccente alla decima potenza direi! Dare della fatina smemorina a qualcuno è prendere a male parole? ahahah ps parli di disastro a Rovato perchè il tuo compagno Bergomi non è riuscito a vincere? Eppure dopo il primo turno mi sembrava in vantaggio ahahahah W il piato Bergomi!

  10. qualcuno è forse in possesso di qualche foto o prova che raffiguri i baldi compagni amministratori di centro sinistra che furono mentre si recavano in gita nell’alta provincia di Brescia a visitare e prendere spunto per creare una discarica alla Macogna?

  11. Inutile che scappi dalle risposte. Il compagno Gandossi ha talmente diretto bene la Lega Franciacortina che a Novembre dell’anno scorso a Rovato è caduta l’ammnistrazione comunale grazie alle dimissioni di due consigliere leghiste.
    E per vincere stavolta hanno dovuto chiedere in ginocchio il soccorso all’espulso Manenti, senza neppur essere sicuri che fosse eleggibile. Più che acido ti definirei smemorato. Appunto

  12. Invece perchè non fornisci il verbale con cui il vicesindaco leghista di Cazzago S.M. lascia agli atti in Provincia un “…parere favorevole al progetto di discarica…”?
    Già che ci sei qualche bella foto del consiglio comunale aperto di Cazzago dove lo stesso ammette di non aver letto cos’aveva firmato in Provincia ce la potresti postare?

  13. Per quanto mi riguarda il centrosinistra bresciano è da secoli che si batte. Fin dai tempi di Bragaglio e Mirko Lombardi in Regione.
    Chiedere ai comitati delle discussioni sul piano cave vigente. Parliamo del 2003-2004.

  14. Ridi ridi, intanto se alcuni bacini non sono stati autorizzati nel bresciano è proprio per quelle battaglie in consiglio regionale. Periodo in cui tutti, invece, ossequiavano un certo Franco Nicoli Cristiani.

LEAVE A REPLY