Emersione lavoro nero, a Brescia 4mila pratiche potranno essere riviste

0
Bsnews whatsapp

Nel 2012 erano state rigettate: oggi potranno essere riviste e sottoposte nuovamente agli uffici predisposti per nuova valutazione. Si tratta delle 4.000 pratiche relative alla procedura di Emersione del 2012, a quel tempo respinte. A annunciarlo la Prefettura di Brescia: dopo alcune sentenze di Tar e Consiglio di Stato a cui si erano rivolti lavoratori stranieri e rispettivi datori di lavoro a cui erano state rigettate le domande, i nuovi atti di indirizzo emanati hanno portato a questa nuova valutazione. Per coloro che avessero già presentato ricorso al Tar non è necessaria richiesta ulteriore. Viste in questo modo soddisfatte le richieste delle organizzazioni sindacali e delle associazioni che si sono battute in questi anni per i diritti agli immigrati e che accusavano il sistema della Prefettura bresciana troppo rigido nel valutare le pratiche.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. .. Nei giorni scorsi la prefettura di Brescia ha infatti reso pubblico un nuovo atto di indirizzo che punta a sanare diverse situazioni rigettate in prima istanza. Due le novità sostanziali: la prima è relativa a chi era stato costretto ad allegare prove false di presenza in Italia per poter stare all’interno dei rigidi criteri temporali imposti dalla prefettura di Brescia guidata allora da Livia Narcisa Brassesco Pace; la seconda riguarda le affermazioni imprecise fatte dai datori di lavoro, che alla domanda sulla data di inizio del rapporto di lavoro davano quella della regolarizzazione e non quando questo era davvero cominciato…..TRADO TTO..allora vennero fatte dichiarazioni mendaci (false) e per questo vennero respinte le richieste. ORA se le fanno andare bene per permettere il riesame, ma sempre FALSE rimangono.

RISPONDI