Telefono Amico Brescia cerca volontari da formare all’ascolto

0
Bsnews whatsapp

Martedì 29 settembre alle 20.30 Telefono Amico Brescia presenterà il nuovo corso di formazione per aspiranti volontari al Centro Diurno del Comune di Brescia in via M. Franchi 8/b a Brescia

Il volontario di Telefono Amico è una persona con un’elevata attitudine all’ascolto, di grande apertura mentale, fiducioso nelle capacità di ogni essere umano, disponibile a mettersi in gioco e capace di confrontarsi con l’altro. Il ruolo del volontario è di mettere in gioco nel contatto telefonico – rigorosamente anonimo – responsabilità e capacità personali in grado di sviluppare una vera relazione d’aiuto con tutti gli interlocutori che prendono l’iniziativa di rivolgersi al servizio di ascolto.

Dopo la serata di presentazione, colloqui individuali verificheranno le disponibilità dei futuri volontari. La prima parte del corso, che si concluderà con la fine dell’anno, è aperta a tutti coloro che desiderano avvicinarsi al mondo del volontariato e apprendere le tecniche della relazione d’aiuto e richiede l’impegno di una serata a settimana da ottobre a metà dicembre. Una seconda parte, che prenderà avvio con l’inizio del 2015, sarà riservata alle persone che intendono proseguire la formazione per diventare operatori del Telefono Amico.

La formazione dei volontari è considerata fondamentale per il Telefono Amico e il percorso formativo è intenso e coinvolgente. Per informazioni e iscrizioni tel. 338.3536476 email brescia@telefonoamico.it

TELEFONO AMICO ITALIA – CENTRO DI BRESCIA ONLUS

A Brescia, il Telefono Amico è presente dal 1982, inizialmente come numero “locale” e dal luglio 2006 collegato al Numero Unico Nazionale. Da alcuni anni il centro di Brescia utilizza come sede operativa un locale concesso in comodato d’uso gratuito dal Comune di Brescia, Settore Servizi Sociali Politiche per la famiglia. Nel 2014 i 22 volontari attivi hanno risposto a oltre 4.000 telefonate.

I soci volontari sono impegnati, oltre che in turni al telefono, anche in attività collaterali indispensabili per il funzionamento del servizio e dell’Associazione. Un gruppo si occupa della “formazione nuovi” indirizzata all’inserimento di nuovi volontari, e della “formazione permanente” indirizzata ai soci attivi e finalizzata all’esame delle problematiche emerse durante lo svolgimento del servizio e alla condivisione di linee guida rilasciate dalla governance nazionale.

Un altro gruppo si occupa di pubblicità, informazione, analisi statistiche, lavori di segreteria e tesoreria e tutti gli associati, in gruppi di lavoro diversi, si occupano della sempre più difficile attività di raccolta fondi, partecipando con una propria bancarella a feste patronali, fiere del volontariato, manifestazioni di diversa natura che offrono ospitalità gratuita, e occasionalmente organizzando concerti.

TELEFONO AMICO ITALIA

Telefono Amico Italia onlus (TAI) è l’organizzazione di volontariato che dal 1967 dà ascolto a chiunque provi solitudine, angoscia, tristezza, sconforto, rabbia, disagio … e senta il bisogno di condividere queste emozioni con una voce amica. Telefono Amico aiuta a superare le tensioni emotive e a far ritrovare benessere nelle relazioni personali, promuove la cultura dell’ascolto empatico come fattore di salute emozionale e di prevenzione della solitudine e del disagio emotivo.

Offre un servizio anonimo, indipendente da qualsiasi ideologia politica e religiosa, nel rispetto delle idee e del disagio di chi chiama, raggiungibile attraverso il numero unico nazionale 199.284.2841. .Telefono Amico Italia risponde 365 giorni all’anno attraverso i suoi 600 volontari che operano in 20 centri distribuiti sul territorio nazionale. Il servizio è completamente gratuito e attivo in tutta Italia dalle ore 10.00 alle 24.00.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito www.telefonoamico.it

Nel 2014 al TAI sono pervenute circa 50.000 telefonate. L’appellante “tipo” è uomo (il 60% delle telefonate sono fatte da uomini), tra i 36 e i 65 anni (con una leggera prevalenza della fascia 55-65 anni), è pensionato (anche se il dato relativo “lavoratore dipendete” è in crescita), vive solo e proviene dal nord-est.

1

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI