Aggressioni autisti, l’Asl sanziona la Sia e impone nuove misure di sicurezza

0

“Diciotto lavoratori i quali negli ultimi cinque anni hanno subito aggressioni e riportato lesioni che hanno comportato una assenza dal lavoro per più di 40 giorni”. E’ da questi numeri che è partito l’accertamento dell’Asl di Brescia, fortemente sostenuto dalle sigle sindacali, sulle condizioni di lavoro degli autisti e del personale in genere della Sia di Brescia che si occupa del trasporto pubblico extraurbano.

Dai numeri si è passati però alla contravvenzione, diretta al direttore di esercizio dell’azienda, oltre ad una serie di prescrizioni che la società di trasporti avrà tempo 30 giorni per mettere in atto. Tra queste anche l’istallazione di protezioni per la cabina di guida.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Si però ragazzi imparate a capire il significato di quello che c’è scritto. La sanzione non è a carico dei lavoratori, ma del direttore dell’azienda. Il motivo è che negli ultimi 5 anni, nonostante il numero di aggressioni, non sono state prese contromisure adeguate per la sicurezza dei lavoratori, come dire che in un’azienda dove negli ultimi 5 anni 18 operai si sono rotti un piede, nessuno li ha obbligati a indossare scarpe antinfortunistiche.

  2. capire,si sta beata fava….gli stessi sindaCATI si son sempre opposti perché vi fossero forze di pèolizia sugli autobus….ah dimenticavo la magior parte di queste aggressioni e’ da parte di delinquenti extraeuropei

  3. Noto con piacere che hai proprio capito tutto anche tu. Io semplicemente facevo notare ai 2 sotto che ad essere sanzionata è stata l’azienda, non i conducenti aggrediti, poi ho spiegato i motivi perchè sembrava non fossero chiari. Ti faccio notare però che la Sia è un azienda privata e le forze di polizia no, quindi ho anch’io le mie riserve in proposito, anche se non conoscendo perfettamente la storia non mi permetto di dare giudizi sull’operato dei sindacati e della Sia. Il fatto che la maggior parte di queste aggressioni sia stata da parte di extracomunitari cosa cambia ai fini del discorso che stiamo facendo? Stiamo parlando del fatto che la Sia in 5 anni non ha fatto niente per migliorare la sicurezza dei suoi autisti, nonostante i ripetuti problemi, queste misure di sicurezza dovrebbero essere diverse in caso di extracomunitari? Non sto qui a dire che la sanzione sia giusta o sbagliata perchè non conosco bene tutta la storia…ma smettiamola di tirare in ballo sempre i soliti discorsi per far polemica.

  4. Oltre al danno la beffa! Se ci fossero meno extra….comunitari (parlo dei fannulloni irregolari e delinquenti) la sia non avrebbe avuto dipendenti feriti, nessuna sanzione e non dovrebbero usare misure straordinarie!!! Grazie sindaco, pagala tu la multa! Un ringraziamento anche a Renzi male non ci sta!!

  5. …dimenticavo alla regia i sindacati con il ringraziamento più importante!!! Continuate cosi a portare sul baratro le aziende private, così poi vi troverete sul groppone anchequesti lavoratori che resteranno senza lavoro grazie a voi!

  6. Dillo agli autisti di linea che, in certi frangenti, tocca guidare la corriera soli, di sera, per lunghe tratte frequentate solo da extracomunitari. Prova a chiedere in questi frangenti se hanno il biglietto, che non devono portare sulla corriera grossi borsoni, ecc… Ti auguro di non provare mai queste esperienze. Non vedi l’ora di arrivare e di finire il turno, altro che viaggiare in sicurezza…

  7. Appunto, per gli ossessionati il problema non é quello della notizia, ovvero che i lavoratori della SIA sono mandati al macello e non vengono protetti dalla loro azienda, che per questo motivo é stata giustamente sanzionata dall’asl. Che mettano in sicurezza chi lavora.

  8. È evidente che non sei mai stato su un autobus della sia ne ultimamente ne 10 anni fa…. Quando queste cose non succedevano !!! Ed è per questo che ignori il problema, non sono solo gli autisti a non essere protetti ma gli stessi utenti! Parliamo chiaro: i bresciani hanno paura a salire sull’autobus sono sempre meno ed in certi orari non li vedi nemmeno con il binocolo! Fatti un giro sui mezzi prima di rispondere, con l’imbarazzo di guardare a terra per far finta di non vedere cosa succede!!!! Spremiamo i privati anziche investire nella sicrezza pubblica!

  9. Ok, ma cosa facciamo? Piagnucoliamo nostalgicamente ricordando i bei tempi o andiamo avanti e prendiamo i provvedimenti per migliorare la sicurezza? Dopo che te la sei pressa con gli incivili dei bus il problema rimane lo stesso. Invece, ora che la SIA é stata sanzionata, sarà costretta a mettere in atto le prescrizioni in modo da ridurre il rischio di nuove aggressioni verso gli autisti.

  10. Come cosa facciamo? Anzichè sanzionare i privati investiamo nella sicurezza pubblica!!! Se continuiamo così tra un po’ la sia verrà sanzionata perché agli autisti che arrivano in stazione a mezzanotte servirà la guardia del corpo!!! La sicurezza è un diritto ed un dovere pubblico non privato!!!! Ma scherziamo???? Questo non è piagnucolare nostalgicamente! Allora cosa facciamo tra un po’ sanzioniamo le banche perché ci sono i rapinatori? Sanzioniamo i supermercati perché rubano? Ma robe da matti!!!! Cominciamo ad avere pene più severe e reali!!! Ed a dare più spazio alle forze dell’ordine!!!

  11. Quindi vedi che l’arrivo di stranieri non è positivo, che è meglio che non vengano, che abbiamo già tanta nostra delinquenza che ci basta. Troppi non va mai bene insomma

  12. Ognuno faccia la propria parte. La SIA metta in atto le prescrizioni ASL. La polizia faccia la sua parte. Abbaiare contro gli stranieri in quanto tali non solo é stupido ma non serve a nulla: ci sono stranieri e italiani maleducati, ma ce ne sono tanti altri, la grande maggioranza, educati e civili e vittime dei maleducati.

  13. Il problema aggressioni non è da trascurare, non solo per gli autisti ma per tutti gli utenti che utilizzano i mezzi pubblici,è un problema che esiste in tutta Italia fortuna che forse con ASL di Brescia si possa rompere il ghiaccio.

LEAVE A REPLY