Accusato di aver ucciso i 15 gatti del cognato dopo una lite, viene assolto

0

Finito a processo con l’accusa di animalicidio è stato assolto il 47enne di Quinzano d’Oglio che, dopo aver litigato col cognato, avrebbe, secondo l’accusa, aizzato il suo cane contro 15 gatti del parente, uccisi uno dopo l’altro. Assolto perché «il fatto non sussiste» dal Tribunale di Brescia, l’uomo però, come scrive il Giornale di Brescia, rischia un nuovo processo. Il 10 settembre il 47enne avrebbe ucciso, sempre secondo il cognato, altri gatti schiacciandoli col suo trattore. Per questo è stato nuovamente denunciato. 

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY