Resta chiusa nell’ascensore e si ribalta, muore 85enne in sedia a rotelle

0
Bsnews whatsapp

Tragedia in una casa di cura di Lumezzane: un’anziana è morta chiusa nell’ascensore dopo essere caduta dalla sedia a rotelle. Come scrive il Bresciaoggi ancora non si conoscono le reali cause del decesso: non si sa se la donna sia stata colpita da un malore oppure se sia stato l’impatto della caduta: sul fatto stanno indagando i carabinieri e chiariranno le cose anche gli accertamenti medico legali disposti dalla magistratura che ha ordinato il sequestro dell’ascensore e della sedia a rotelle. La donna, Rosina Picchi, valgobbina doc, viveva nella casa di riposo da 15 anni e nonostante fosse costretta alla sedia a rotelle era autosufficiente negli spostamenti. Il fatto è avvenuto intorno alle 18, quando la donna, dopo un giro, stava rientrando in camera dove alle 18 sarebbe stata servita la cena. E’ entrata così nell’ascensore e da lì la tragedia. La sedia a rotelle si è ribaltata all’indietro e la donna è finita a terra: il  personale della struttura ha sentito le urla ed è accorso vedendo il braccio dell’anziana, chiusa nella cabina, spuntare all’esterno. Purtroppo nulla è stato possibile: Rosina Picchi era già senza vita.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI