Sequestrato il macello Italcarni di Ghedi: presunti maltrattamenti ad animali

13

E’ stata sequestrato ieri, su ordine della Procura di Brescia, il macello Italcarni di Ghedi. Al momento non si conoscono ancora i dettagli che hanno portato al sequestro, sui quali la Procura sta mantenendo il più stretto riserbo, ma si ipotizza che si tratti di una situazione complessa che vedrebbe tra i reati contestati anche quello di maltrattamento di animali.

Roberto Bennati, vicepresidente della Lav (Lega Antivivisezione) ha spiegato al Giornale di Brescia che “gli abusi di questo sistema industriale d’allevamento ultra-intensivo sono stati già messi sotto processo in molti Tribunali del nostro Paese, con il fenomeno delle "mucche a terra" – ha ricordato – il trasporto di decine di migliaia di questi animali a fine carriera verso il macello, in barba al divieto posto a livello europeo e dal nostro codice penale”.

Comments

comments

13 COMMENTS

  1. Nei macelli gli animali vanno a morire, ma devono essere sacrificati e non torturati e maltrattati e la legislazione nazionale e comunitaria li protegge con norme giustamente severe. Possibile che la gente non capisca che c’è un enorme differenza tra l’essere abbattuti in modo indolore e non provare angoscia e paura, ed essere terrorizzati, maltrattati e torturati? E cosa vuol dire ” pensiamo prima agli esseri umani “? Una cosa non esclude l’altra! Non è nemmeno necessario essere vegani o vegetariani ( io però lo sono ): allevamento e macellazione non sono necessariamente sinonimi di tortura e maltrattamento. Discorso lungo, però anch’io coi miei colleghi ho contribuito a far sequestrare dalla Procura un grosso macello del nord Italia fino a che non si è adeguato alla normativa. Ognuno deve fare la sua parte per migliorare la società. Brava la collega di Brescia!

  2. complimenti a te,anch’io sto cercando di fare cambiare le cose e sono vegetariana,per il rispetto degli esseri viventi.ciao e grazie

LEAVE A REPLY