Beccalossi (Fdi): al via tra un mese un banco alimentare solo per gli italiani

70

“Entro un mese organizzeremo a Brescia un banco alimentare solo per italiani che vivono in povertà”. Così Viviana Beccalossi, dirigente di Fratelli d’Italia e assessore in Regione Lombardia ha annunciato la partenza della campagna di Fratelli d’Italia per un banco alimentare dedicato solo ai cittadini italiani.

“Ci diano pure dei razzisti, ma vogliamo pensare prima agli italiani. Aiuteremo i bresciani in difficoltà e quella del banco alimentare sarà la prima di una serie di campagne di Fratelli d’Italia”

Comments

comments

70 COMMENTS

  1. L’iniziativa è ottima, a patto che sia finanziata ESCLUSIVAMENTE con soldi di privati cittadini e che non un centesimo, a nessun titolo, provenga da fondi pubblici, fossero pure sotto forma di rimborsi ai partiti. Con i propri denari, ognuno è libero di fare ciò che vuole ma guai se per un’iniziativa propagandistica come questa si utilizzassero fondi che appartengono a tutti. Auspico un controllo rigoroso in questo senso.

  2. La fame é uguale per tutti. A questi razzisti non interessa aiutare i poveri, interessa mettere poveri contro poveri. Fanno schifo !

  3. La fame è uguale per tutti: siccome però non è uguale fra italiani e stranieri, nel senso che gli stranieri hanno sempre più fame secondo molti, secondo altri invece è il contrario e quindi agiscono di conseguenza. Brava Viviana

  4. Ma brava, organizzi la guerra tra poveri, che pena. Ma come fai a distinguere un povero povero da un povero ricco che ha un conto in banca? Gli fai portare la dichiarazione isee per un piatto di spaghetti? E se poi salta fuori che ha dichiarato il falso glielo fai vomitare? E se io vengo, ritiro il mio piatto e poi la passo a un profugo rischio la denuncia? Certo che l'Italia con voi non ha certo futuro.

  5. Non ve ne frega niente dei poveri, ne stranieri ne italiani. Godete nel mettere poveri contro poveri. Proprio vero che l’unica razza bastarda é quella dei razzisti. Spargete pure l’odio, raccoglierete quello che seminate.

  6. Brava Viviana, ti segnalerò anch’io dei casi ignorati dalle Caritas locali benchè li conoscono, di italiani non aiutati. Così si fa.

  7. La guerra tra poveri l’avete creata voi quando ci riempite di gente che non possiamo permettere di mantenere a scapito dei poveri che ci sono già e che voi ignorate.

  8. Beh, a questo punto la Viviana potrebbe anche puntare a delle “leggi razziali” negli ambiti delle competenze affidate alle Regioni. La campagna di comunicazione lombarda potrebbe essere la seguente:”Fratelli d’Italia, l’Italia s’è…destra”. Anche qui voglio che mi sia pagato il copyright…

  9. Quando eravate al governo non avete fatto nulla per i poveri. Adesso, per propaganda, vi vengono in mente e distruggete panini per strada per farvi belli. Ma andate a quel paese, che questo non é il vostro !!!

  10. alla signora beccalossi vorrei chiedere dove era lei mentre gli italiani si impoverivano. Il suo amico berlusca ha giovernato per dieci anni mentre glim italiani si impoverivano. lei si guadagna la LAUTA PAGNOTTA facendo ogni giorno una dichiarazione

  11. La “lauta pagnotta” è attulmente di 151.000 euro l’anno. Ma va considerato che che la Beccalossi, nata nel 1971, fu Consigliere Rgionale (ma pure Vice Presidente di Consiglio o Giunta, più due volte assessore) ininterrottamente dal 1995 al 2008, anno in cui fu eletta (o nominta, se preferite) al Parlamento. Ripresentatasi nel febbraio 2013 alle Elezioni Politiche, non venne eletta. Ma già nel marzo del 2013 Maroni la nominava Assessore Regionale, pur non avendo ella partecipato a quella tornata elettorale. Della serie: ci sono già tante altre pagnotte messe nel freezer, speriamo che qualcuna vada al banco alimentare…

  12. La colpa più grave del fascismo fu quella di aver creato l’antifascismo.
    Par imenti la colpa più grave dei razzisti è l’aver creato gli antirazzisti.
    Come per la TV, se non ti va un programma USI IL TELECOMANDO E CAMBI O SPEGNI.
    Antirassist i: se non volete aderire al banco pro Bresciani… fate come Razzi.

  13. Il merito dell’antifascismo é quello di aver sconfitto il fascismo. La colpa più grave di quelli che come te stanno a metà tra fascismo e antifascismo é che siete il letame del fascismo, il suo concime biologico. E la puzza si sente da lontano.

  14. Quando erano al governo con la Lega e con Silvio, a Milano c’era il loro camerata di partito, Romano La Russa, che smistava i rifugiati su ordine di Maroni negli alberghi di tutta la Lombardia. Allora andava bene, adesso invece no? Come mai?

  15. Come ho già detto, non ricordo se per lei o per i vari Rolfi e Maroni (prendono tanto sempre e solo loro, la sinistra no!) riduzione a 1.500 Euro al mese. Naturalmente per tutti, anche i sinistri. Poi non dite che per voi non è giusto perchè con compensi bassi solo i ricchi si possono permettere di fare politica. E’ vero che il ricco non potrà mai capire i problemi dei poveri, e la chiesa ne è la riprova. Vediamo quanti italiani riuscirà ad aiutare. Se arriva qualcosa, tantomeglio, no?

  16. Guadagna 15 mila euro al mese (soldi nostri) per fare propaganda al suo partito. Cosa volete che gliene freghi degli italiani poveri?

  17. La parola rinunciare è poco conosciuta: non solo dai politici ma dalla generalità delle persone. Perciò è un’utopia, non contemplata nemmeno dalla legge che non prevede, tranne che per i pensionati al minimo, la facoltà di rinunciare alle prestazioni! Perchè nessun politico la mette questa clausola?

  18. Esatto, gli italiani poveri ed il banco alimentare sono uno dei tanti lumicini propagandistici da accendere per tenere viva la carriera politica ed ovviamente economica in vista di una pensione (tra vitilaizie ed affini) che non sarà inferiore per la Viviana ai 10.000 euro mensili. Ma intanto parla, parla e in tanti la ascoltano: Fratelli, Sorelle, Nipoti, Cugini e Cognati d’Italia…

  19. Mi sbaglio o i pemtastellati grillini hano già rinunciato, rinunciano e continueranno a rinunciare in tutti livelli di presenza istituzionale a milionate di euro di indenittà, stipendi e prebende varie ? Meditate, figliuoli, tra poco si rivoterà…

  20. Va bene, potrebbe anche essere così, come tanti altri politici ipocriti che fanno finta di voler fare e poi non fanno. Se fa questo banco, ben venga, non ci vedo niente di male. Se poi il suo banco vuole aiutare solo italiani in difficoltà questa è una scelta. Ce ne sono infiniti che dicono di aiutare stranieri, se ce n’è uno che aiuta gli italiani che male vi fa?

  21. Non mi pare che i pentastellati vivano con 1500 Euro al mese pro capite. Anche loro viaggiano su cifre molto più alte. Inoltre le indennità di cui rinunciano le gestiscono loro, cioè decidono loro dove devono andare. Invece deve esserci una legge che dà la possibilità di rinunciare alle indennità e quei fondi devono andare a finanziare: disoccupazione, ospedali, scuole, debito pubblico, case di riposo. Tutto nella massima trasparenza e accessibilità al singolo cittadino. Altrimenti sono, come sempre, chiacchiere politiche.

  22. Tutti addosso sempre a Viviana, Bordonali, Rolfi, Berlusconi, ecc. Ma mai nessuno del popolo sinistroide a denunciare lo scandalo della babypensione e buonuscita di Vendola. Già ma loro sono poveri, quindi devono prendere questi soldi. Gli altri sono ricchi, cattivi e razzisti, quindi non li meritano. La solita incoerenza della sinistra oltre al trasformismo: da proletari a superassistenziati.

  23. La povertà, nel significato primo di mancanza di mezzi essenziali per la sopravvivenza, non è responsabilità di chi la vive, ma viene dall’esterno e può essere annullata da chi sceglie di guardare altrove. Vi è un’altra povertà, che è quasi impossibile eliminare, poiché insita nell’indole e spesso ereditata come una tara; è la povertà d’animo. Il ‘portatore’, non se ne rende conto, pertanto non si pone il problema, spesso confondendola con la presunzione di una superiorità che nega la valutazione delle proprie azioni nei confronti di quelle altrui. La povertà d’animo contraddistingue chi disprezza il prossimo, senza conoscerlo (e non volendo neppure conoscerlo), ma basando il suo spregio unicamente sul proprio ego smisurato che rifiuta chi non risponde ai suoi schemi mentali. Il ‘povero d’animo’ non si limita a guardare il ‘tapino che considera inferiore’ gonfiando il petto con il proprio narcisismo, ma agisce. Le sue ‘armi’ sono: l’insulto, il sarcasmo, la denigrazione che, a vari livelli, possono arrivare alla violenza psicologica, poiché è molto sottile, quasi impalpabile, la linea che si interpone tra semplice ‘divertente e divertita’ presa in giro e il condizionamento psicologico che mira a inoculare, nella vittima designata (e nell’opinione circostante), un senso di svalutazione, volendo addirittura ‘cancellarla’. In questo tipo di ‘operazioni’ il povero d’animo può ‘lavorare’ da solo, ma spesso trova alleati, affetti dalla medesima ‘sindrome’ che gli fanno ala e, riconoscendo in lui (per spiccate doti di prepotenza) il ‘capobranco’, per compiacerlo (come si fa con ogni despota che si rispetti) sono pronti a ridere se lui ride, a colpire se lui colpisce e ad applaudire i suoi parti mentali.

  24. Sono loro gli stranieri, quelli di FdI. La mia patria sono gli oppressi, i poveri, italiani o non italiani che siano. La fame non ha etnia. Non siete umani, siete bestie.

  25. Bravo, occupati di tutti. Io non ci riesco, non ho i mezzi e lo dico, non faccio il salvatore del mondo e non ho la presunzione di risolvere il problema della povertà.

  26. Quanta ce n’è in giro. E mi sembra sia molto più marcata man mano si sale. Molte chiacchiere, pochi fatti. Partendo dalla chiesa e passando a destra e a sinistra. Sembra quasi innata….

  27. Non sono le risorse che mancano, anzi sono anche troppe, ma sono concentrate nelle mani di pochi che hanno tutti gli interessi a scatenare la guerra tra i poveri.

  28. Menata che sento da cinquant’anni, oltre ai tanti libri che già lo dicevano nei secoli passati. Perchè nessun partito le redistribuisce in maniera “equa”, insomma?

  29. Saranno del fascio, però intanto aiutano noi. Le vostre tessere della casa del popolo dicono di aiutare il mondo e così non aiutano nessuno se non voi stessi, come sempre per i comunisti!

  30. Ecco un classico esempio di chi spreca il cibo comprando cose che non consuma e fa scadere. Non mi stupisce che non vuoi aiutare gli italiani. Non sei degno di questo popolo

  31. Brava Beccalossi ! Per i coccolaimmigrati, non vedo il problema, dato che in centro ci sono mense della Caritas con ben scritto all’ingresso che sono mense dedicate esclusivamente ai giargianesi..

  32. La gente come te è brava gente… Ma io mi chiedo, cosa aspetti ad andare a fare un giro in Africa, o in Brasile, e poi fermarti là ad aiutare la povera gente ? Resta là però, dato che qui l’Italiano non viene aiutato da nessuno !

  33. Ma che ci vado a fare in quei paesi quando voglio aiutare gli italiani? Tralaltro là arrivano fondi da tutto il mondo, è pieno di missionari, perciò la mia presenza non serve!

  34. E se al posto della tessera fascista la Beccalossi si mettesse a raccogliere le firme per stanare gli evasori fiscali, veri affamatori del popolo italiano? Cosa dite, perderebbe consensi?

  35. Se al posto della tessera fascista la Beccalossi si mettesse a raccogliere le firme contro gli evasori fiscali, affamatori del popolo italiano? Cosa pensate, perderebbe consensi?

  36. Ahhhh ahhhhhhhhhh ahhhh antifascisti morirete pazzi. …
    Antifa qua qua qua..Continuate pure a difendere i vostri amichetti clandestini. …h

  37. Ma perchè dite sempre agli altri quello che dovrebbero fare. Fatelo voi, cari sinistri, che in 70 anni di chiacchiere sull’argomento non siete stati in grado di concludere niente, a parte la babypensione e maxiliquidazione del vostro compagno Vendola. Lì naturalmente tutto tace e andate a fare la morale agli altri. Ma fatemi il piacere….

  38. Perché invece i 150mila euro all’anno della tua amica Becca vi fa onore? Poi fate finta di interessarvi ai poveri…. mollate la grana !

  39. A Vendola qualche “piccolo appunto” lo ha fatto solo Beppe Grillo ricordando all’opinione pubblica che il Nicki si incassa già un vitalizio di 5.168 euro al mese solo per essere per stato Governatore della Puglia. Il tutto considerato che gli anni di contributi versati sono ben dieci…

  40. Viviana fa bene, ma come farà a controllare che qualche coccolaimmigrato non decida di cedere i suoi aiuti a qualche suo amico “risorsa”? In questo caso il banco alimentare andrebbe ad aggiungersi a tutti i benefici di cui già godono i giargia.

  41. E via con le continue accuse Vendola ha preso però la Becca prende, e poi è colpa di Berlusconi, ecc. e intanto nessuno molla niente. Mai che diciate voi sinistri è vero è uno scandalo quello di Vendola. Trovate la scusa della Beccalossi che vale per tutti gli altri, anche i vostri. Io lo ammetto anche per la Beccalossi è troppo, voi no. Siete d’accordo tutti i politici a 1500 Euro al mese? Che mollino tutti: dalla Becca a Vendola. Intanto però fa bene la Beccalossi a portare avanti questa iniziativa.

  42. Non pensavo si trattasse di un gioco: se vuoi dare solo agli italiani devi trovare il modo di dare solo a loro, altrimenti è solo fuffa.

  43. Forse sono una cima, la povertà a volte porta a questo, ma tra gioco e compito c’è una bella differenza, anche se non mi pare che in questo caso si possa parlare nè dell’uno ne dell’altro caso. Ad ogni modo mi pare di capire che nemmeno Viviana sarà in grado di garantire un aiuto solo agli Italiani, ma forse una possibilità c’è: perchè non facciamo consumare sul posto quanto elargito in modo da essere sicuri che gli aiuti non cambino strada?

LEAVE A REPLY