Derubato in casa: ecco perché dopo due anni ho messo on line il video dei ladri

9

di Alessia Marsigalia – Non si aspettava di certo tutto questo clamore Marco Saleri, diventato la nuova star bresciana di Facebook dopo aver pubblicato, a distanza di due anni, i video delle telecamere di sorveglianza che immortalarono i ladri – ben visibili in volto – che derubarono la sua casa di Cazzago in Franciacorta. Marco ha deciso di pubblicarli qualche giorno fa senza una ragione precisa, ma mosso da quella frustrazione mai quietata che nulla in questi due anni si fosse risolto. Così sulla sua pagina ha caricato i due video ( qui i link per vederli: video 1 – video 2), che in pochi giorni hanno totalizzato 750mila visualizzazioni e oltre 36mila condivisioni. "Due anni fa consegnai i video ai carabinieri, ma purtroppo non sono riusciti a risalire ai responsabili. Così a distanza di tempo ho provato a usare un social che, a mio parere, dovrebbe essere maggiormente sfruttato dalle forze dell’ordine" – ci racconta Marco, che di professione fa l’informatico. E proprio conoscendo le potenzialità della rete ha provato questo esperimento anche se, ammette, "non avrei mai immaginato di suscitare tutto questo clamore"

In due anni quindi nessun indizio?

Nessuno. Tra le cose rubate c’era anche l’Ipad di mio figlio: a distanza di qualche settimana dal furto quell’Ipad è stato acceso e ci è arrivato il messaggio che si trovava a Milano, in base alla funzione "Ritrova Ipad": avvisai subito i carabinieri, ai quali diedi indirizzo e civico esatto della posizione…

E…

E non accadde nulla: andarono a quell’indirizzo, ma c’era una palazzina e mi dissero che non potevano suonare a tutti i campanelli. Ero perplesso, quei ladri avevano un volto e anche ben visibile. Credo che ci sia una falla nel sistema: oggi, anche per il lavoro che faccio, so quanti strumenti potrebbero essere utilizzati avendo a disposizione dei video. Il problema è che ciò non accade: ho avuto e ho la percezione che gli agenti non siano stati messi nelle condizioni di poter fare al meglio il proprio lavoro. E di idee ce ne sarebbero…

Del tipo?

Un portale delle forze dell’ordine dove i cittadini possano caricare video o foto delle proprie telecamere, che funga come una sorta di database di volti, visto che esistono i software di riconoscimento facciale, e che aiuti gli agenti nello scambio di dati. Inoltre un maggior utilizzo degli strumenti di condivisione: lo stesso facebook credo abbia più informazioni sulle persone immortalate in foto e immagini di quelle che crediamo.

I tuoi post sono diventati davvero un caso…

Si, e questo dovrebbe dimostrare quanto la gente è sensibile al problema. Le 340mila visualizzazioni mostrano che la percezione è forte e il sentimento di frustrazione condiviso.

Qualcuno ti ha contattato privatamente?

No, ho avuto diverse richieste di amicizia da gente mai sentita e vista, però.

Nessuna segnalazione sui ladri?

Ancora nessuna. Purtroppo non mi arrivano notifiche sui commenti di chi vede i post condivisi. Per cui se qualcuno non nella mia cerchia avesse riconosciuto qualcuno non mi arriva comunicazione diretta. Per cui ne approfitto per fare un appello a chi ha visto e condiviso: se riconoscete qualcuno rivolgetevi ai carabinieri della vostra zona per segnalarlo.

Comments

comments

9 COMMENTS

  1. Lo cantava un poeta, ormai parecchi anni fa, ma è sempre attuale:
    “Vecchia piccola borghesia per piccina che tu sia,
    non so dire se fai più rabbia, pena, schifo o malinconia.
    Godi quando gli anormali sono trattati da criminali,
    chiuderesti in manicomio tutti gli zingari e gli intellettuali,
    ami ordine e disciplina, adori la tua polizia
    tranne quando deve indagare su un bilancio fallimentare.
    Sai rubare con discrezione, meschinità e moderazione,
    alternando bilanci e conti, fatture e bolle di cassazione
    Sai mentire con cortesia, cinismo e vigliaccheria,
    hai fatto dell’ipocrisia la tua formula di poesia.

  2. mi spiegate perchè anche voi sentite l’esigenza di coprire gli occhi del “ladro” forse c’è qualcosa di illegale nell’operazione delazione del signore in questione?

  3. Mai vista però una gestione dei commenti come questa. Sono stati cancellati commenti che non contravvenivano affatto alla politica del sito…. forse dipende da che politica si intende. Vietato commentare gli arresti in regione. Meglio parlare dei piccoli delinquenti, ma dei grandi delinquenti mai. Mi viene in mente quella canzone di Dario Fo…..e sempre allegri bisogna stare, che il nostro piangere fa male al re….

  4. E quando hai segnalato ai Carabinieri? Mica possono suonare a tutti i campanelli per vedere se il ladro, o almeno il ricettatore è lì, ti pare? Quando gli telefona Sgarbi, scattano e provvedono all’istante a soddisfare i capricci del potente di turno, quando si tratta di un cittadino qualsiasi queste sono le risposte delle istituzioni…

LEAVE A REPLY