Caso Bozzoli: il telefono di Mario squilla a vuoto 20 ore dopo la scomparsa. E’ giallo

0

Ad una settimana dalla scomparsa di Mario Bazzoli, l’imprenditore 50enne cotitolare insieme al fratello Adelio della Fonderia Bozzoli di Marcheno, ancora nessuna traccia dell’uomo.

Ieri pomeriggio i Ris hanno setacciato i 13mila metri quadrati dell’azienda alla ricerca di qualche traccia utile. Anche i due forni in funzione sono stati ridotti al minimo così da evitare di distruggere eventuali prove utili alla risoluzione del caso, ma anche per non danneggiare in modo irreparabile il futuro lavorativo dell’azienda, da martedì sotto sequestro.

Sempre più vicina l’ipotesi che la soluzione del caso sia all’interno dell’azienda, da dove Mario sembra non essere mai uscito dopo che alle 19,15 di giovedì scorso ha chiamato la moglie avvertendola che di lì a poco sarebbe partito per raggiungerla nella loro casa al lago. Ora le indagini si stanno concentrando sui materiali di scarti contenuti in grossi sacchi posizionati nel piazzale esterno dell’azienda, ma le ricerche proseguono anche fuori. Intanto, dai tabulati telefoni è emerso un nuovo indizio. A quanto pare, alle 15 di venerdì, quindi 20 ore dopo la scomparsa di Mario Bozzoli, il suo smartphone, che fino a quel momento risultava spento e irraggiungibile, avrebbe iniziato a squillare a vuoto. Ad attivarlo, pur senza risposta, la telefonata della donna di servizio che non era ancora a conoscenza della sua scomparsa. Poi più niente.

Alcuni particolari sono emersi anche nel corso della trasmissione televisiva "Chi l’ha visto?" andata in onda mercoledì 14 ottobre. Le telecamere di Raitre hanno ripreso un uomo all’interno degli uffici dell’azienda poco prima che i carabinieri ponessero i sigilii. A quanto pare l’uomo in questione (non si tratterebbe di un operaio) avrebbe maneggiato alcune carte per poi metterle in tasca. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. ho paura che qualcuno della famiglia sappia più di quanto non voglia dire. è solo un’impressione ma in questi casi credo che la soluzione sia più vicina di quel che si credo. in più nessuno dei famigliari parla…

  2. esatto. qui c’è qualcuno che evidentemente pensa di aver realizzato il delitto perfetto, ma il delitto perfetto non esiste.

  3. non capisco se ci prendono in giro o non possono dire nulla.anche un cocomero capisce che tutto è succeso nell azienda,io non sono entrato di sicuro.

  4. Ci vuole tanto a rintracciare ed interrogare l’uomo che rovistava nelle carte dell’ufficio e ripreso dal filmato di “Chi l’Ha Visto?”
    A volte si fanno le strade sempre più tortuose per raggiungere ..la meta.

LEAVE A REPLY