Mancata revisione auto, Bagnolo si dota di occhi elettronici per beccare i furbetti

0

Entro la fine di ottobre e per i tre mesi successivi le vie d’ingresso a Bagnolo Mella saranno dotate di telecamere che leggeranno le targhe di tutti i veicoli in transito. “Cancelli elettronici”, come sono state definite dal comandante della Polizia Locale, Nicola Caraffini, che, attraverso un apposito programma si collegamento alla Banca dati del Ministero e dell’Ania (l’associazione nazionale delle assicurazioni) permetteranno così agli agenti della Polizia Locale di ottenere tutte le informazioni sull’automezzo che sta circolando.

In particolare, viste anche le modifiche appena entrate in vigore al Codice della strada, sarà possibile sapere se il veicolo che sta transitando è regolarmente assicurato e se ha effettuato o meno la revisione. Il tutto per un progetto sperimentale che è nato in seguito ad un accordo maturato tra l’Amministrazione Comunale bagnolese ed un’azienda bresciana specializzata nella realizzazione di software e che parte con un obiettivo ben preciso: “Premettiamo subito – spiegano il sindaco Cristina Almici e l’assessore alla sicurezza Ricardo Pasca – che non si tratta affatto di un nuovo strumento per “raccogliere” multe con le quali sostenere le casse comunali. Al contrario, abbiamo accettato di aderire a questo progetto proprio perché offre un ulteriore grado di controllo del territorio e permette di conoscere informazioni molto importanti sui veicoli che transitano a Bagnolo. In questo modo sarà possibile scoprire non solo se l’automezzo che sta passando è regolarmente assicurato e se ha sostenuto la revisione prevista dalla legge, ma anche se si tratta di un veicolo rubato o inserito nella cosiddetta black list dei veicoli seguiti con particolare attenzione. E’ bene precisare che questa che partirà entro fine ottobre sarà una sperimentazione e che verrà realizzata a costo zero per le casse comunali. Al termine dei tre mesi esamineremo i dati ed i risultati ottenuti e decideremo se sarà il caso di continuare in questa direzione”.

Sono il comandante Nicola Caraffini e il vicecomandante Thomas Morotti della Polizia Locale bagnolese a spiegare il progetto dal punto di vista tecnico: “In tre vie d’accesso a Bagnolo, rispettivamente provenendo da Brescia, da Manerbio e da Leno, verranno collocate delle telecamere che, grazie ad una specifica strumentazione elettronica, permetteranno di “leggere” la targa di tutti i veicoli in transito. Questo ci consentirà di verificare quanti automezzi passano da Bagnolo, ma, soprattutto, ci permetterà di appurare se il veicolo in questione è regolarmente assicurato e se ha effettuato la revisione imposta dalla legge. Due saranno le modalità di intervento, visto che quando sarà presente una pattuglia, questa, grazie ad un tablet potrà ricevere immediatamente le informazioni necessarie e fermare al momento il veicolo. Le verifiche, però, potranno essere comunicato anche “in remoto” e questo avverrà quando non sarà presente sul luogo una pattuglia, ma i dati che emergeranno dal successivo esame in sede faranno emergere delle irregolarità che verranno trasmesse al proprietario che sarà chiamato a portare i documenti richiesti oppure a presentare entro 30 giorni l’assicurazione o la revisione. E’ giusto ricordare che, qualora un veicolo sia individuato privo di assicurazione e di revisione, il Codice della strada ne prevede il sequestro ed una multa (intorno agli 800 euro – ndr). L’intento fondamentale di questo progetto è quello di fare in modo che sulle strade circolino “veicoli sicuri”, nel senso che siano in regola con le norme sull’assicurazione obbligatoria e sulla revisione. Il nostro sarà un intervento di prevenzione e repressione finalizzato proprio a garantire la sicurezza e la regolarità della circolazione. Già adesso capita di trovare nel corso delle nostre verifiche automezzi privi di assicurazione (una stima annua supera la quarantina di veicoli – ndr). Vogliamo fare in modo che le modifiche intervenute al Codice della strada, con l’abolizione dell’obbligo dell’esposizione del tagliandino dell’assicurazione, non vengano utilizzate da qualcuno come l’occasione per far aumentare i veicoli che circolano senza assicurazione”. I “furbetti” sono dunque avvisati per entrare a Bagnolo attraverso i “cancelli elettronici” nei prossimi mesi sarà necessario essere in regola.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Complimenti e bravi al Comune e alla Polizia Locale di Bagnolo Mella. Un passo in avanti sulla strada della sicurezza e della legalità. Che vale per tutti.

LEAVE A REPLY