Tav Brescia-Verona, Cinque Stelle: “Esposto alla magistratura contro le bugie di Lupi”

0
Bsnews whatsapp

“Ha mentito sui 2 miliardi di finanziamenti stanziati dalla BEI per la TAV Brescia-Verona-Padova. Per questo abbiamo appena depositato un esposto contro l’ex ministro dei trasporti. I cittadini hanno il diritto di sapere se quei soldi siano mai esistiti e che fine abbiano fatto”. L’attacco è del Movimento Cinque Stelle ed è rivolto all’ex ministro dei trasporti, Maurizio Lupi (Ncd), accusato dai pentastellati di aver mentito nel corso di un incontro con alcuni prefetti (tra cui l’ex prefetto di Brescia, Livia Narcisa Brassesco Pace) nel quale avrebbe dichiarato di avere 2 miliardi di euro di fondi stanziati dalla BEI per fare pressioni affinché i lavori venissero avviati con urgenza.

Ecco i fatti. Nel dicembre 2014, Lupi incontra i prefetti di Brescia, Verona, Padova e tutte le aziende coinvolte nella nuova tratta del TAV. Durante l’incontro, l’allora ministro dei trasporti afferma di avere 2 miliardi di euro di fondi stanziati dalla BEI (Banca Europea per gli Investimenti ) e fa pressioni affinché i lavori vengano avviati con urgenza, per non dire addio ai finanziamenti.

“Nel luglio 2015, grazie ad un’interrogazione depositata dal M5S a Bruxelles – raccontano in una nota i pentastellati – abbiamo scoperto che i fondi europei sbandierati dal Lupi non esistono: «La Bei non ha approvato alcun finanziamento e non è coivolta nel progetto”, è stata la sconvolgente risposta della commissaria ai trasporti europea Violeta Bulc. Che fine hanno fatto quei soldi? – si chiedono i grillini – Esistevano davvero? A chi dobbiamo credere? Alla commissione europea, che sui fondi afferma di non aver mai approvato niente, o all’ex ministro Lupi? I cittadini e i comitati hanno chiesto chiarezza. Ora, grazie all’esposto M5S, ci penserà la magistratura a scoprire la verità”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI