Buona prova caratteriale per la Tempini: vince 3-1 contro Seriate

0

La Tempini Azzano Brescia torna da Seriate  con una vittoria per 3-1. Una vittoria sudata fino all’ultimo, contro la formazione bergamasca che incontrerà anche in campionato, nella quale però i ragazzi di coach Zappa non hanno espresso un buon gioco ma solamente grande carattere. “Contro Seriate –interviene l’allenatore azzanese a fine partita- ho visto una buona prova caratteriale ma sul piano tecnico non siamo andati bene”.

Coach Zappa per questa amichevole opta per il sestetto formato da capitan Rachtian in regia, Quintieri e Sabaragamu al centro, Crosatti e Nava ad occupare la diagonale posto quattro , Pellizzon opposto e Zoadelli libero.

Buona partenza degli avversari che in pochi minuti doppiano i bresciani portandosi sul 6-3 , 12-6  e 14-7 poi. I ragazzi del presidente Gogna faticano ad ingranare: subiscono in ricezione, e in fase di cambio palla. Gli attacchi di Pellizzon da posto due, quelli di Nava da posto quattro e di Sabaragamu dal centro rianimano il set e portano gli ospiti a meno tre. La squadra inizia a girare; migliora la fase difensiva permettendo una miglior costruzione di gioco e di conseguenza unafase offensiva più efficace. Non basta però: i bergamaschi chiudono 25-20.

Il primo punto azzanese del secondo set è firmato da Paolo Crosatti con un attacco da seconda linea. Avvio equilibrato con le due formazione che lottano punto su punto. Azzano fatica a contenere il centro avversario ma riesce a staccarlo  grazie ad un loro errore , un muro di Quintieri ed un attacco di Pellizzon. Avanti18-16 prima e 22-19, la Tempini si fa sorprendere e recuperare. Il tabellino recita 23-23: l’ace dell’ex Rinaldi porta al set-ball Seriate ma il fallo a rete e il punto di un Pellizzon in grande spolvero portano nuovamente avanti Azzano.  Chiude il fallo di posizione diSeriate 25-27 per la Tempini.

Buon avvio nel terzo, nel quale Crosatti e compagni passano subito 6-2. Poi il lento recupero di Seriate che termina sull’8-7 quando i buoni torni in battuta di Zanini e Pellizzon staccano di 3 lunghezze l’avversario. Seriate,determinato, continua a macinare punti e fino alla fine lotta punto su punto maè Azzano a spuntarla 25-22. Così come la spunta nel quarto parziale: l’equilibrio vige fino al termine quando Crosatti, Quintieri e Sabaragamu chiudono a proprio favore l’ultimo parziale portando a casa un 3-1 ottenuto specialmente grazie ad una buona prova caratteriale.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome