Riforma Sanità, Bordonali: nessun declassamento per Brescia, siamo modello da esportare

0

"La sanità lombarda è riconosciuta come una delle più efficienti al mondo. Sono particolarmente orgogliosa del fatto che la provincia di Brescia sia uno dei punti di riferimento più importanti di questo sistema di eccellenza. Altro che declassamento, oggi confermiamo l’attenzione della Regione Lombardia nei confronti del nostro territorio e della salute dei nostri concittadini". Lo ha detto l’assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Simona Bordonali, a margine della presentazione dell’evoluzione del Sistema sanitario lombardo.

"Con la riforma della sanità – ha concluso Bordonali -avviciniamo il Sistema alle esigenze dei pazienti e non è un caso se il Ministero ha già indicato il nostro testo come modello da esportare anche nelle altre Regioni, per migliorare i servizi e razionalizzare le risorse".

Comments

comments

1 COMMENT

  1. PAROLE VUOTE COME SEMPRE. Bordonali deve dirci se il civile di brescia “azienda ospedaliera” per cui i suoi soldi li spende in ricerca e formazione oppure in “ospedale di riferimento” dove i soldi deve spenderli per i servizi sul territorio come se fosse un’azienda socio-sanitaria territoriale. Basta con le solite frasi fatte, ci dica se in futuro rimarrà un polo di ricerca (quindi i benefici anche per noi) o un semplice ospedale.

  2. PAROLE VUOTE COME SEMPRE. Bordonali deve dirci se il civile di brescia resta “azienda ospedaliera” per cui i suoi soldi li spende in ricerca e formazione oppure in “ospedale di riferimento” dove i soldi deve spenderli per i servizi sul territorio come se fosse un\’azienda socio-sanitaria territoriale. Basta con le solite frasi fatte, ci dica se in futuro rimarrà un polo di ricerca (quindi i benefici anche per noi) o un semplice ospedale.

  3. considerANDO la stretta connessione con la facolta’ di medicina,la risposta vien quasi spontanea,caro…… …..piuttosto la bordonali ci dica se regione lombardia ha voglia o meno di emanare un decreto per cui, prima di tornare in una qualsiasi comunita(asili,scuol e,etc etc)proveniendo da paesi con carenaze igieniche,ci sia l’obbligo di controllare,ed eventualmente ,debellare la pediculosi.non sara’ una grave malattia ma e’ tornata ad essere molto infestante

  4. considerANDO la stretta connessione con la facolta’ di medicina,la risposta vien quasi spontanea,caro…… …..piuttosto la bordonali ci dica se regione lombardia ha voglia o meno di emanare un decreto per cui, prima di tornare in una qualsiasi comunita(asili,scuol e,etc etc)proveniendo da paesi con carenaze igieniche,ci sia l’obbligo di controllare,ed eventualmente ,debellare la pediculosi.non sara’ una grave malattia ma e’ tornata ad essere molto infestante

  5. Mi spiace dirle che non si considera nulla, perchè puoi avere l’università e formare dei medici seguendo direttive che provengono da altri istituti. Il fatto chiave è come utilizzare i soldi, se siamo ancora un’ospedale che fa ricerca o che deve investire i soldi in altro modo.

LEAVE A REPLY