Inglese troppo maccheronico: divieto di operare in Uk per un urologo bresciano

3
Bsnews whatsapp

Dal 2012 operava negli ospedali inglesi come urologo, ma il suo cattivo inglese gli ha fatto perdere l’abilitazione. Il protagonista è un urologo nato a Brescia a cui è stata revocata la licenza per poter operare negli ospedali inglesi in quanto un tribunale medico ha giudicato che le istuzioni date nel suo cattivo inglese potessero rapresentare “un rischio significativo per i pazienti”.

A dare la notizia è stato il Daily Mail che ha raccontato che il chirurgo bresciano aveva bisogno di un’interprete mentre si trovava in sala operatoria, cosa che gli dava notevoli problemi non solo nel rapporto con i pazienti ma anche e sopratutto con i colleghi che dovevano assisterlo.

Il medico 45enne, che vive a manchester e ha lavorato al Royal Bournemouth Hospital nel Dorset e all’Hallamshire Hospital di Sheffield, avrà tempo nove mesi per migliorare il suo inglese e tornare ad operare.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

3 COMMENTI

  1. Nove mesi per partorire una padronanza migliore della lingua inglese che, vista l’età anagrafica e l’aver operato in altre strutture ospedaliere, non si capisce perchè al churirgo venga solo ora fatta oggetto di rilevazione.

  2. D’ altronde in un sistema mediatico dove contano i click e le visualizzazioni da poter esibire a sostegno della vendita di spazi pubblicitari è normale che sia la spettacolarità della notizia il fattore che conta, la veridicità passa in secondo piano. Della serie più la spari grossa più probabilità avrai di attirare lettori.

RISPONDI