Controlli di Polizia a Desenzano, due arresti nei giorni scorsi

0

Continuano le operazioni di controllo da parte del Commissariato di Desenzano nei luoghi maggiormente frequentati e ritenuti più sensibili come: stazioni ferroviarie, porti, musei, parcheggi, adiacenze di complessi alberghieri e locali pubblici al fine di contrastare fenomeni criminosi diffusi quali gli scippi, i furti in appartamento e i borseggi, per garantire una maggiore sicurezza ai residenti e ai numerosi turisti ancora presenti in gran numero nelle principali località del basso Garda Bresciano.

Ecco i risultati:

Nella notte del 28 ad un posto di blocco effettuato in zona periferica di Desenzano del Garda è stata controllata una autovettura con a bordo una coppia. Alla giuda vi era un uomo che, risultato privo di documenti, ha declinato le proprie generalità manifestando però agli agenti disagio e nervosismo. Questo li ha insospettiti fino a decidere di condurre l’uomo in ufficio dove hanno scoperto l’esatta identità del soggetto, risultato essere un italiano di anni 40, residente a Napoli, colpito da un provvedimento di rintraccio emesso dal Magistrato di Sorveglianza del Tribunale di Trapani in quanto allontanatosi illecitamente nel maggio scorso dalla Casa di Lavoro di Favignana dove stava scontando una misura di sicurezza detentiva di due anni. L’uomo è stato portato in carcere in attesa di venire condotto nuovamente in un’apposita struttura. E’ stato inoltre indagato dalla Procura della Repubblica di Brescia per il reato di false dichiarazioni sulla propria identità.

Nei pressi di un noto albergo del lungo lago è stato identificato nelle ore serali del 30 ottobre un uomo di anni 42, cittadino italiano di etnia rom, residente a Puegnago, che si aggirava con fare sospetto nelle vicinanze della struttura. L’uomo risultava sottoposto a custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Brescia perché indagato per reati contro il patrimonio; l’uomo, con numerosi precedenti penali a carico, è dedito soprattutto a furti in abitazioni. Dopo la stesura degli atti di rito è stato portato presso le camere di sicurezza della Questura in attesa di essere trasferito in carcere.

Alla stazione ferroviaria sono stati identificati alcuni extracomunitari di origine nord africana non in regola con le normative sul soggiorno; gli stessi sono stati indagati in stato di libertà ed affidati all’Ufficio Immigrazione della Questura per l’adozione dei provvedimenti di espulsione.

Comments

comments

LEAVE A REPLY