Brescia scommette sul biliardino e vince: secondo campionato sempre più ricco

0
Bsnews whatsapp

Gli appassionati di biliardino di tutta la provincia bresciana sono tornati a impugnare le aste metalliche di uno dei giochi più amati, che all’interno del Csi Brescia è diventato a tutti gli effetti un’autentica disciplina sportiva. Dopo gli ottimi riscontri della prima edizione è iniziato per il secondo anno consecutivo il campionato di picanello, organizzato dall’associazione arancioblù in collaborazione con Asd Calciobalilla Brescia e Asd Calciobalilla Monteclarense. Ai nastri di partenza si sono presentate 29 compagini, per un totale di 450 tesserati. Le squadre sono state suddivise in tre gironi determinati in base a criteri geografici: Nord, Est, Ovest. In lizza per il titolo anche due formazioni provenienti da oltreconfine, più precisamente da Medole, le quali cercheranno di tenere alto l’orgoglio mantovano.

"Abbiamo ricevuto richieste di iscrizione anche da altre province – racconta il responsabile Valter Donneschi -, nello specifico da Cremona e Piacenza, ma le eccessive distanze ci hanno impedito di accettarle. Tuttavia resta il segnale positivo del buon lavoro svolto. Non escludiamo che in futuro si possa estendere il raggio d’azione auspicando l’avvento di un campionato interprovinciale". Intanto le rose che prenderanno parte alla stagione 2015/2016 si sono rinnovate negli organici per effetto di un "pincamercato" svolto con dedizione, che le ha portate al coinvolgimento di giocatori di qualità provenienti da ogni angolo della Lombardia. Tra le favorite al primato c’è lo Skyline Caffè di Ghedi, che è riuscito ad allestire una rosa di prim’ordine. I bassaioli si proiettano così in prima fila tra le possibili candidate al titolo. I campioni in carica del Pincadilly I Bravini, tuttavia, non hanno nessuna intenzione di ridimensionare le loro ambizioni. La società ha puntato su giovani talentuosi e intende continuare a stupire.

Da sottolineare anche l’elevata percentuale di "quote rosa" nel campionato di biliardino, con una forte presenza femminile tra i protagonisti a testimonianza di quanto questa disciplina sportiva sia veramente aperta a tutti. Tutto ciò non è da ostacolo alla continua e progressiva crescita del livello tecnico delle squadre. Lo dimostra la necessità di un ritocco al regolamento emersa al fine di poter permettere ai giocatori di esprimersi in maniera più completa, garantendo la disputa di un campionato impegnativo ma allo stesso tempo divertente. 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI