Rubano ricambi per auto per 20mila euro: albanese arrestato, complice latitante

0
Bsnews whatsapp

Nella notte di lunedì, quando era circa le 01.30, una Volante che stava percorrendo via Di Vittorio ha notato due persone che, con fare furtivo, uscivano dalla porta di un magazzino con delle scatole in mano che caricavano su un furgone bianco parcheggiato in strada.

Dato l’orario notturno gli agenti hanno deciso di controllare cosa stesse accadendo e così sono scesi dalla vettura di servizio, hanno scavalcato la recinzione per raggiungere i due soggetti che però, alla loro vista si sono dati alla fuga. Uno dei due è stato raggiunto e fermato dai poliziotti, cosa che ha permesso la sua identificazione.

Si tratta di P.A., cittadino albanese del 1980, pluripregiudicato. L’uomo ha opposto da subito una forte resistenza ai poliziotti. Perquisito, è stato trovato in possesso di un paio di guanti e di una torcia.

Un controllo effettuato sulla porta posteriore del magazzino ha reso evidente la forzatura che ha permesso ai due ladri di introdursi nel magazzino. Di fianco, in terra, gli agenti hanno trovato un “piede di porco”, un martello, dei guanti ed un tubo in metallo a forma di “L”, materiale presumibilmente utilizzato dai due soggetti per forzare la porta ed accedere all’interno del magazzino.

La perquisizione, estesa al furgone (risultato essere rubato), ha permesso di rinvenire all’interno del mezzo un grosso quantitativo di materiale tra cui : 79 ammortizzatori da automobile, 166 pastiglie freno, 27 batterie, 13 kit completi frizione e volano ed altro materiale ancora. Il tutto per un valore commerciale complessivo di oltre 20mila euro.

Lo straniero, già condannato in passato per possesso e fabbricazione di materiale falso, è stato arrestato per furto aggravato in concorso e ricettazione. Tutto il materiale, compreso il furgone, è stato invece riconsegnato al legittimo proprietario.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Complimenti agli agenti……..ma con le nostre leggi tra poco sarà di nuovo libero di fare quello che ha fatto fino ad ora……e
    rispedirl o al suo paese no ???????

RISPONDI