Sfrattata dall’Aler per morosità, si trova a dormire in tenda ai giardinetti

28
Bsnews whatsapp

Fabiola è un’ausiliaria della scuola elementare Melzi che dopo essere stata sfrattata dall’Aler a seguito di gravi problemi famigliari e senza poter rateizzare gli arretrati, ora non dispone di uno stipendio pieno e quindi, nell’impossibilità di trovare un’abitazione sul mercato privato, sta vagando da un’ospitalità notturna ad un’altra rischiando anche di non poter riposare e quindi di andare verso un esaurimento fisico e nervoso.

Le mamme e le maestre della scuola di San Bartolomeo e di Casazza che la conoscono e la stimano hanno scritto una lettera all’assessore Fenaroli per sottoporgli questa situazione. Al momento la donna ha “parcheggiato” la sua tenda nei giardinetti di Via Abbazia, nel quartiere di San Bartolomeo, dove giovedì l’Associazione Diritti per Tutti la incontrerà insieme ai rapprensentanti della stampa locale per raccontare la sua storia.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

28 COMMENTI

  1. Per questa non c’è posto negli alloggi della curia? Monari, apriamoci al bisogno qui non vale? Ricordati che qui non prendi 35 Euro al giorno. E forse è proprio questa la ragione di tanto can can sui profughi e clandestini. Altro che solidarietà….

  2. Fenaroli, sindacalista Cgil, la casa non è un diritto di tutti? Galletti, l’accoglienza vale solo per i tuoi extracomunitari? Tali e quali ai preti.

  3. Dove sono gli amici perbenisti che ogni cosa riguardante gli extracomunitari in mezzo alla strada li difendono come non mai…….cosa mi dicono su questo fatto?! Peccato che siamo italiani e la pelle non sia nera…..altro che resort pranzi e cene!! PRIMA NOI !!!!!!!!!!!!!!!! É demoralizzante non avere diritti nel tuo paese……e i primi che arrivano invece ne hanno più di tutti noi messi insieme

  4. fantastici i commenti, la vicenda è stata sollevata da Diritti per Tutti, i “magazzinieri” come li definite voi…dove sono i Brescia ai Bresciani, padroni a casa nostra, etc etc? Come la storia insegna, sempre al fianco del potere costituito. Gli altri, bianchi e neri, uomini e donne, italiani e migranti, sono invece in basso a sinistra. Complimenti quindi a Diritti per Tutti.

  5. Mi raccomando: legnaioli Continuate a sproloquiare attaccati al monitor del Computer.. Così evitate di frequentare le osterie della val brembana o i fossi che portano a predappio. Che nuoce al fegato e alle cervicali.

  6. Se invece di finire regalati a milionate agli amici imprenditori costruttori di autostrade fallimentari (giusto per fare un esempio), i soldi si spendessero per mantenere ed incrementare secondo i bisogni l’edilizia pubblica non ci sarebbe bisogno di dormire in tenda e non ci sarebbe bisogno nemmeno di “Diritti per Tutti”, unica realtà che fa qualcosa di concreto sul problema dell’abitare, altro che i cialtroni che strillano “prima gli Italiani” e intanto si intascano rimborsi elettorali a sbafo (altri milioni rubati)…

  7. Ci sono, sono tanti, ma le istituzioni, deputate per questo, a cominciare dal comune, sono intente ad ospitare profughi e clandestini contro la volontà della gente!

  8. Bene allora, comandate voi adesso, perciò fate subito una legge che elimini i rimborsi elettorali, che dia la precedenza agli italiani sulle case, che non dia finanziamenti per opere inutili come la metropolitana e, già che ci siamo, che elimini l’8 per mille alle chiese e lo dia a disoccupati, anziani con minima, sanità, calamità naturali, debito pubblico, ambiente, edilizia pubblica. Allora dai, le cose giuste tu le sai e allora dimmi perchè tu non le fai?

  9. ….ahhhh ahhhhhh ahhhhh certo, certo, i l’impegno sono “rivoluzionari”….c ulo d camicia con i poteri forti. Ricordiamo il corteo non autorizzato a Trenzano con minacce contro il Sindaco….le occupazioni abusive tollerate dalla questura ,prefettura e Sindaco di BS.Le “casette di via Gatti ” date in gestione ai “l’impegno sovversivi “del Sig. Gobbi….Dai siete collusi con questo sistema che dite di voler combattere .Siete solo ciciaru’ e servi. …

  10. Quelli che dicono prima gli italiani, perché non l’accolgono a casa loro? La verità é che Fabiola viene ascoltata solo da Diritti per Tutti. Agli altri interessa solo dare addosso agi stranieri. E dei poveri, italiano o no, gliene frega una mazza. Non esistono italiani e stranieri, ma poveri e privilegiati.

  11. Non li ospitiamo a casa nostra perchè noi non siamo come voi che volete l’accoglienza indiscriminata. Noi diciamo che paghiamo le tasse e che tali contributi, in uno stato civile, devono servire alle istituzioni, che ci sono, per venire incontro a chi ha bisogno e prioritariamente agli italiani. Se poi le istituzioni spendono per tutto il mondo e ai nostri non rimane nulla questi sono i risultati di una gestione che noi riteniamo sbagliata! La carità che dici tu è una scelta individuale e personale che ognuno di noi fa a seconda della propria sensibilità e non la va a sbandierare come spesso fanno molti, che poi alla fine non fanno nulla!

  12. Non li ospitiamo a casa nostra perchè noi non siamo come voi che volete l’accoglienza indiscriminata. Noi diciamo che paghiamo le tasse e che tali contributi, in uno stato civile, devono servire alle istituzioni, che ci sono, per venire incontro a chi ha bisogno e prioritariamente agli italiani. Se poi le istituzioni spendono per tutto il mondo e ai nostri non rimane nulla questi sono i risultati di una gestione che noi riteniamo sbagliata! La carità che dici tu è una scelta individuale e personale che ognuno di noi fa a seconda della propria sensibilità e non la va a sbandierare come spesso fanno molti, che poi alla fine non fanno nulla!

  13. Quando non si hanno argomenti si continua con la solfa di fascisti chi non la pensa come loro… Mi sembra di tornare indietro di quarant’anni….

  14. Io pago le tasse e ritengo che chi fugge da guerre e miserie debba essere accolto perché questa é la nostra cultura. Ai poveri rimane poco non perché ci sono i rifugiati ma perché ci sono privilegiati che si accaparrano risorse e non pagane le tasse che dovrebbero. Non esistono italiani e stranieri, ma poveri e privilegiati: i primi sono la mia patria i secondi i miei stranieri.

  15. Io pago le tasse e ritengo che chi é cittadino italiano debba essere per primo aiutato perchè questa è la nostra cultura. Ai poveri rimane poco non perché ci sono i rifugiati ma perché ci sono privilegiati che si accaparrano risorse occupando per esempio posti pubblici senza fare il loro dovere e ben pagati, la gente è costretta a spendere e a perdere ore di lavoro a causa di una burocrazia inutile, c’è una giustizia lenta e troppo pagata, c’è chi non paga le tasse come dovrebbero. Esistono italiani e stranieri, cioè poveri e privilegiati: i primi sono la mia patria i secondi i miei stranieri.

  16. Questa è stata sfrattata dall’Aler perchè non pagava, i nomadi (stanziali) di via Borgosatollo invece, secondo i benpensanti sinistri, devono fare domanda all’Aler per avere le case senza sapere cosa facciano, se lavorano o meno. Risultato: a questi magari la casa la danno per poi sfrattarli perchè non pagano e quindi siamo al punto di partenza, alla nostra non rimane che diventare nomade e vivere in una tenda. Ma cari sinistri decidetevi: volete far diventare stanziali i nomadi e nomadi gli stanziali?

  17. Io non pago le tasse perchè sono disoccupato, sono lombardo da mille generazioni, ho uno stato che non mi tutela e non mi aiuta perchè ritiene più giusto aiutare chi viene dall’estero, non licenzia chi nella pubblica amministrazione non lavora con efficienza, non fa il proprio dovere e crea danni alla collettività, paga governanti e governatori profumati stipendi, finanzia partiti che dovrebbero vivere senza denaro ma sulla fiducia dei cittadini, finanzia una chiesa che pensa soltanto a pagare i propri ministri incapaci e aiuta solo chi viene da fuori, finanzia lobbies come banche, partecipate e parapubblico che non danno servizi utili e a buon mercato al cittadino, una giustizia che quando si tratta di prelevare a chi ha (pensioni d’oro) dichiara incostituzionali i provvedimenti, uno stato che paga pensioni senza i giusti contributi, non riconosce un reddito di cittadinanza a chi è indigente, non ha una scuola, una sanità che funzionano. Però si permette il lusso di aiutare il resto del mondo! Questa è civiltà!

RISPONDI