An Brescia, sabato sfida casalinga di campionato contro Posillipo

0

Dall’Euro Cup al campionato, per un’altra sfida di cartello: a due giorni dall’impegno – brillantemente superato – di Kirishi, l’An Brescia è chiamata ad affrontare il Posillipo, per l’ottavo turno della rassegna tricolore. L’appuntamento con il blasonato team rossoverde è a Mompiano, domani, alle 15 (l’anticipo di un’ora rispetto al consueto orario, è per non esporre gli ospiti al rischio di perdere il volo di rientro). Recuperate in fretta le energie, i ragazzi di Sandro Bovo sono pronti per dare il meglio contro un avversario tradizionalmente duro che presenta una rosa particolarmente competitiva: il vuoto, in difesa, lasciato da Zeno Bertoli, giunto quest’estate a Brescia, è stato colmato da un elemento di livello come Andro Buslje, vincitore, con la nazionale croata, di un oro olimpico, uno mondiale e uno europeo, più i vari titoli conquistati con lo Jug Dubrovnik (nove scudetti, sei Coppe di Croazia, una Champions e una Supercoppa Len). Ulteriore innesto importante è stato quello dell’altro croato, Jerko Marinic-Kragic, attaccante tra i più prolifici in questo avvio di stagione. I due stranieri arricchiscono un gruppo di qualità, e di esperienza, dove spiccano i nazionali Valentino Gallo e Vincenzo Renzuto Iodice, e ancora il portiere Tommaso Negri, Paride Saccoia, il nazionale montenegrino, Filip Klikovac. A sottolineare il valore del Posillipo, è il ruolino di marcia dei partenopei: sei vittorie e una sconfitta (in casa del Recco), che significano terzo posto (pari merito con lo Sport Management) in classifica. Dunque, quella di dopodomani si annuncia come una partita ad alto coefficiente di difficoltà, ma Presciutti e compagni sono determinati a confermare lo stato di forma – in costante crescita – che ha permesso di dominare l’andata dei quarti di finale di Euro Cup. Il fatto, poi, che proprio il Posillipo è la squadra che, l’anno scorso, si è aggiudicata il trofeo continentale, aggiunge interesse al confronto e, in casa An, aumenta la voglia di fare bene. L’unica incertezza, per i biancazzurri, riguarda Nicholas Presciutti: un problema alla spalla mette in dubbio la presenza del giovane difensore.

«Per me, non sarà una partita come le altre – presenta l’incontro il numero 10 dell’An, Bertoli, per la prima volta avversario della compagine napoletana -, sono nato e cresciuto a Posillipo, e ho sempre, e solo, giocato per la società del mio rione; fa effetto pensarmi avversario dei rossoverdi, ma sono certo che con il fischio d’inizio qualsiasi perplessità, o indecisione, verrà cancellata. Con l’An ho cominciato un percorso molto importante e farò di tutto perché il cammino della squadra migliori di volta in volta: in Russia abbiamo fatto bene e vogliamo proseguire così. In ogni caso, domani non sarà facile, i miei ex compagni sono in forma e verranno per fare la loro partita».

Comments

comments

LEAVE A REPLY